histats.com
sabato, Aprile 13, 2024
HomeIn evidenzaAutonomia differenziata e sanità: il parere della Fondazione GIMBE.

Autonomia differenziata e sanità: il parere della Fondazione GIMBE.

Pubblicità

A proposito di Autonomia differenziata e sanità: arriva il parere negativo della Fondazione GIMBE.

Il DdL Calderoli sull’autonomia differenziata, approvato al Senato e ora in discussione alla Camera potrebbe segnare un punto di non ritorno nell’equità dell’assistenza sanitaria tra le Regioni italiane in un contesto caratterizzato dalla grave crisi di sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

La Fondazione GIMBE ha pubblicato il Report “L’autonomia differenziata in sanità, per esaminare le criticità del testo del DdL e analizzare il potenziale impatto sul SSN delle maggiori autonomie richieste dalle Regioni in materia di “tutela della salute”.

«Le nostre analisi – dichiara Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE – documentano dal 2010 enormi divari in ambito sanitario tra il Nord e il Sud del Paese e sollevano preoccupazioni riguardo all’equità di accesso alle cure».

Premessa:

  • Il DdL Calderoli sull’autonomia differenziata rappresenta un pericolo per l’equità del sistema sanitario italiano.
  • La Fondazione GIMBE ha pubblicato un rapporto che evidenzia le criticità del disegno di legge e il potenziale impatto negativo sulle Regioni del Sud.

Punti chiave:

  • Ampliamento delle disparità: L’attuazione di maggiori autonomie in sanità favorirebbe le Regioni già performanti (come Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna) a scapito di quelle del Sud, già in difficoltà.
  • Mancanza di equità: Le Regioni del Sud non raggiungono gli standard minimi di assistenza sanitaria, come evidenziato dai dati sui LEA e sulla mobilità sanitaria.
  • Crisi del SSN: L’autonomia differenziata non risolverebbe la crisi del SSN, anzi la aggraverebbe, impoverendo ulteriormente le Regioni del Sud.
  • Effetto boomerang per il Nord: Un eccessivo afflusso di pazienti dal Sud verso le Regioni del Nord sovraccaricherebbe il loro sistema sanitario.
  • Contrarietà al DdL Calderoli: La Fondazione GIMBE ribadisce la sua ferma opposizione all’inclusione della “tutela della salute” tra le materie oggetto di autonomia differenziata.
  • Richiesta di modifica del DdL: La Fondazione GIMBE esorta il Governo a modificare il DdL, escludendo la sanità dalle maggiori autonomie.
  • Pericolose conseguenze: L’autonomia differenziata in sanità rischierebbe di compromettere la qualità dei servizi sanitari, l’equità di accesso alle cure, l’aspettativa di vita e di causare un disastro economico e sociale.

Conclusione:

  • L’autonomia differenziata per la sanità rappresenta una minaccia per l’unità del Paese e per il diritto alla salute di tutti i cittadini.
  • La Fondazione GIMBE invita a una riflessione seria e approfondita sulle gravi conseguenze di questo disegno di legge.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394