emergenza 118 ambulanza ares pronto soccorso stabilizzazioni
Pubblicità

La FIALS pugliese scende in campo in difesa degli autisti del Servizio 118 e chiedono l’internalizzazione promessa in campagna elettorale dal governatore Michele Emiliano: “passato il santo, passata la festa”.

Dopo le passerelle elettorali e con la rielezione di Michele Emiliano, alla maggior parte degli autisti delle ambulanze del 118 sembra non toccare altro che accontentarsi di aver accarezzato il “sogno dell’internalizzazione”.

La promessa elettorale della internalizzazione degli autisti del 118 attualmente dipendenti delle Associazioni di Volontariato sembrerebbe infatti cominciare a sgretolarsi.

E’ di ieri infatti la comunicazione del Direttore Generale della ASL BAT, avv. Alessandro Delle Donne che, rispondendo alla FIALS che sollecitava l’internalizzazione degli autisti del 118 della ASL BAT al pari di quanto già disposto dai Direttori Generali della ASL FG, della ASL LE e della ASL BR, afferma che “… l’internalizzazione dei servizi costituisce atto permeato da discrezionalità non meramente tecnica …” e che “… non rilevano i deliberati di altre aziende sanitarie locali…”.

Noi ricordiamo benissimo le parole del Presidente Emiliano al Parco “Maniglio” di Brindisi lo scorso 12 settembre 2020 quando riunendo in assemblea gli autisti del 118 della Provincia di Brindisi confermò la volontà regionale di internalizzare gli autisti del 118 assumendoli alle dipendenze delle SANITASERVICE.

Purtroppo duole registrare che a distanza di solo una quindicina di giorni, quell’impegno, stando alle parole del Direttore Generale della ASL BAT, forse vale solo per i pochi fortunati per cui tale procedura è stata già concretizzata.

La FIALS, a differenza di altri sindacati, che hanno accompagnato il Presidente Emiliano in quelle che sono da considerarsi delle vere “passerelle”, reitera con forza l’internalizzazione di tutti gli autisti di ambulanza del servizio 118 attualmente alle dipendenze delle associazioni di volontariato e non solo di quelli della ASL FG, della ASL LE e della ASL BR.

Se così non sarà siamo pronti a tornare immediatamente a manifestare chiamando alla lotta oltre agli autisti del 118, anche gli operatori CUP (compresi quelli della ASL TA a cui l’assunzione è stata sospesa) e tutte le categorie di lavoratori che secondo le recenti linee guida, approvate con la DGR 951 del 19/06/2020, possono essere internalizzati con assunzione alle dipendenze delle società SANITASERVICE.

Massimo Mincuzzi, segretario generale FIALS Puglia