histats.com
sabato, Ottobre 23, 2021
Pubblicità
HomeIn evidenzaInfermieri, Medici, OSS: 66.000 assunzioni nel 2022.

Infermieri, Medici, OSS: 66.000 assunzioni nel 2022.

Infermieri, Medici e OSS: 66.000 assunzioni a tempo indeterminato nel 2022. Fiaso stimola Camera e Senato alle stabilizzazioni.

Il 2022 sarà caratterizzato da 66.000 assunzioni a tempo indeterminato nel settore pubblico. Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie Ospedaliere) stimola Camera e Senato e indica la strada per stabilizzare i precari e ripotenziare gli organici della sanità italiana.

Assunzioni straordinarie e precariato.

Spiegano infatti che l’iniziativa nasce dalla “Necessità di rafforzare le dotazioni organiche delle aziende sanitarie e ospedaliere che negli ultimi 18 mesi hanno potuto contare sul contributo straordinario di oltre 83mila nuovi operatori. La fase di reclutamento eccezionale avviata con l’emergenza, con forme contrattuali e procedure flessibili, infatti, ha determinato un consistente incremento del numero dei precari che lavorano nel SSN. Grazie al loro impegno e alla loro professionalità le Aziende hanno potuto far fronte in modo efficace ad un momento storico senza precedenti”.

“In tutto tra il marzo del 2020 e l’aprile di quest’anno il sistema sanitario nazionale ha reclutato 83.180 persone, (delle quali appunto circa 66mila sono precarie). Tra queste ci sono 21.414 medici, che hanno rappresentato un incremento del 21% del numero dei professionisti che erano già negli ospedali all’inizio della pandemia. Gli infermieri grazie alle assunzioni straordinarie sono aumentati del 12,5%. Poi sono stati assunti operatori socio sanitari, tecnici e altre figure professionali (in tutto circa 30mila lavoratori)”.

66.000 assunzioni a tempo indeterminato.

“Si tratta ora di riconoscere a questi professionisti il ruolo ricoperto, attraverso una più rapida procedura di stabilizzazione alle dipendenze del sistema sanitario. L’obiettivo della proposta di Fiaso è quello di valorizzare l’esperienza maturata durante l’emergenza Covid nelle aziende sanitarie e ospedaliere e riconoscere la professionalità e il lavoro svolto dagli operatori sanitari reclutati nel corso della pandemia”.

“Ma non è una semplice gratifica per quanto fatto in questi 18 mesi nei reparti o negli hub. Si tratta di costruire insieme il futuro del servizio sanitario nazionale e, per farlo, non si può non investire in risorse umane. Le assunzioni consentirebbero da subito di colmare le carenze di organico, determinate da anni di restrizioni della spesa e dall’imbuto formativo, superando la precarietà, e di soddisfare il fabbisogno organizzativo per lo sviluppo del Pnrr, mettendo in sicurezza il sistema sanitario di fronte ad eventuali nuove emergenze pandemiche. Ma, soprattutto, ci permetterebbero di programmare e di investire in modo efficiente ed efficace le risorse assegnate alla formazione, destinandole esclusivamente al personale realmente ingaggiato a tempo indeterminato nell’organizzazione del SSN”.

Una volta accolta questa proposta si assisterà all’assunzione di 66.000 lavoratori a tempo indeterminato. La tempistica è tracciata, si parla del 2022.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394