histats.com
martedì, Dicembre 7, 2021
Pubblicità
HomeOperatori Socio SanitariOSS chiedono una svolta co-evolutiva con gli Infermieri. E scendono in piazza...

OSS chiedono una svolta co-evolutiva con gli Infermieri. E scendono in piazza per uno sciopero generale.

Il sindacato Shc Oss scende in campo a difesa degli Operatori Socio Sanitario e conferma lo sciopero nazionale dell’8 ottobre 2020. Le sue motivazioni in una missiva inviata a Ministero della Salute.

Ecco la lettera del Sindacato SHC Oss al Ministero della Salute e alla Politica.

Al Ministro della Salute
Al Vice Ministro della Salute
Alle Forze Politiche

Gli Operatori Socio Sanitari chiedono la Vostra Attenzione per il disagio continuo che la categoria affronta ogni giorno di fronte all’inadeguato riconoscimento professionale.

Il rafforzamento della sanità territoriale è determinato anche da questa professione, la scarsa chiarezza del proprio specifico profilo, la fragilità identitaria e prestazionismo sono alcune delle problematiche odierne che affliggono l’Oss.

Un cammino professionale ancora a divenire che non può essere sostenuto solo da lotte, sono indispensabili contenuti, analisi, strategie di una politica attraverso norme.

Si vuole superare le storiche contrapposizioni con gli Infermieri, in un’ottica di co-evoluzione, a vantaggio degli obiettivi comuni nell’assistenza al cittadino malato, attualizzando e contestualizzando il campo di competenza dell’Oss, evitando l’attribuzione di abuso di professione e attività passive con relative responsabilità prevedendo il cambiamento formativo.

Non è più ammissibile il mancato riconoscimento di questa professione, il cui valore, e la sua efficacia non sono presi in considerazione neanche a livello economico. L’obiettivo è di fornire una formazione di livello avanzato, evitando l’attribuzione di attività poco professionalizzanti, il riconoscimento attraverso la legge 3/18 per l’esercizio di attività che svolge in ambiti specifici e riduzione della disoccupazione attraverso assunzioni.

Per questo abbiamo indetto uno sciopero nazionale, per muoversi in questa prospettiva, accettando le sfide ed evidenziando alle S.V la capacità di questa professione nel saper affrontare qualsiasi emergenza (Covid 19).

L’Oss è una figura molto importante perché ha come mansione la parte più delicata dell’assistenza, cioè soddisfare i bisogni primari della persona. In poche parole è l’operatore che assiste, aiuta, fa l’igiene personale, imbocca i pazienti non autosufficienti, li accompagna a sostenere esami, gestisce tutto ciò che non può fare il malato, sostituisce l’Infermiere dove manca (nei limiti delle sue funzioni).

Tutto questo non solo nell’ambito ospedaliero; l’Oss è presente anche nelle case di riposo, in assistenza domiciliare, nelle cooperative, nelle case di cura, nelle scuole, nelle carceri, dove svolge attività che si sovrappone a quella dell’infermiere. Insomma ovunque ci siano delle persone non autosufficienti, questa figura è presente! I confini tra professioni e professionisti non possono rendere sfocato l’oss in merito ai vari confini. Se si raccolgono le varie sfumature l’oss diventa portatore di conoscenza e competenze nella politica della salute.

Vista le Vostre sensibilità nel ricevere le figure sanitarie come gli infermieri e dare loro importanza per la costante presenza nell’assistenza e cura dei pazienti, chiediamo di essere ricevuti, poiché una delegazione di operatori sociosanitari (oss) sarà sotto il Ministero della Salute in data 8 ottobre 2020 dalle 10.00 alle 14.

Sicuri della Vostra sensibilità e disponibilità alla nostra problematica, porgiamo distinti saluti.

Per La Segreteria Nazionale Shc Oss
Angelo Minghetti

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394