Strutture Sanitarie abusive in Emilia Romagna: denunce dei NAS!

Strutture Sanitarie abusive in Emilia Romagna: denunce dei NAS

Controlli a tappeto del Nas di Bologna sull’esercizio abusivo della professione sanitaria, ha portato alla denuncia di 22 persone in Emilia-Romagna e due strutture sanitarie, del valore di un milione di euro, ma prive dei requisiti di legge, sono state chiuse. Prescrivevano diete dimagranti, si qualificavano come odontotecnici e assistenti alla poltrona , facevano fisioterapie, assistevano anziani ma il tutto senza i titoli per farlo.

Nel corso dei controlli, dal secondo semestre dello scorso anno ad oggi, sono stati passate al setaccio oltre 60 strutture (studi medici, poliambulatori, studi dentistici, studi fisioterapici) nelle province di Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, e in alcune di queste sono state riscontrate diverse situazioni di non conformità, con risvolti di rilevanza penale e amministrativa.

Nella provincia di Forlì-Cesena, in particolare,  quattro odontotecnici sono stati denunciati perchè facevano i dentisti e due strutture sono state chiuse. Denunciate 5 persone operanti nel ferrarese, che all’interno di due strutture ricettive per anziani, svolgevano la professione di infermiere in assenza di titoli di abilitazione dello Stato.

13 persone sono state denunciate nel bolognese: oltre a falsi dentisti anche un falso medico–biologo prescriveva, presso un centro estetico, piani alimentari e diete dimagranti.

Fonte: ParmaPress24.it

Pin It
Redazione
Author: RedazioneWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La redazione del quotidiano sanitario nazionale è formata da Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e Professionisti della Salute e della Formazione.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email