Dom. Lug 14th, 2024

Un episodio di inaudita violenza ha scosso l’Ospedale Brotzu di Cagliari nella notte di lunedì 17 giugno, quando due infermiere in servizio sono state brutalmente aggredite e minacciate di morte dalla moglie di un paziente deceduto.

I Dettagli dell’Incidente

Durante il turno notturno, intorno alle ore 23, nel reparto di Neurologia, la moglie di un paziente appena deceduto, informata del tragico evento dal medico di guardia, si è introdotta nella camera dove era presente la salma del marito. Oltre alla salma, nella stanza erano presenti altri tre pazienti e le due infermiere che sono state vittime di un violento attacco. La donna ha aggredito fisicamente le infermiere con colpi, strattonamenti e minacce di morte.

Nonostante l’intervento tempestivo dei Carabinieri, accorsi sul luogo circa due ore dopo l’inizio dell’aggressione, la donna è stata allontanata solo dopo aver minacciato di ritornare con una pistola. Le infermiere, sottoposte a una visita nel Pronto Soccorso, hanno riportato traumi fisici e lesioni oltre a un significativo trauma psicologico dovuto alla violenza subita e alle minacce di morte ricevute.

La Reazione del Sindacato Nursing Up

Diego Murracino, responsabile regionale del sindacato Nursing Up Sardegna, ha espresso forte condanna per l’ennesimo episodio di violenza contro il personale sanitario. “Esprimiamo la massima solidarietà alle colleghe vittime di una violenza inaudita mentre erano impegnate a garantire assistenza e cure alla cittadinanza,” ha dichiarato Murracino.

Una Situazione Intollerabile

Gli episodi di violenza contro il personale sanitario sono in preoccupante aumento in tutto il territorio nazionale, e la Sardegna non fa eccezione. Murracino ha sottolineato l’urgenza di un intervento da parte delle Direzioni Aziendali, della Regione Sardegna e della Prefettura per garantire la sicurezza dei professionisti sanitari nei loro luoghi di lavoro.

“È intollerabile che gli operatori sanitari, che dedicano la loro vita alla cura e all’assistenza degli altri, debbano lavorare in condizioni di pericolo. È necessario intraprendere immediate azioni per garantire loro un ambiente di lavoro sicuro,” ha concluso Murracino.

Un Appello per un Ambiente di Lavoro Sicuro

L’episodio accaduto al Brotzu di Cagliari è un tragico promemoria della necessità di politiche efficaci per la sicurezza nei luoghi di lavoro sanitari. La violenza contro il personale medico e infermieristico deve essere fermata attraverso misure preventive e interventi strutturali che proteggano chi ogni giorno lavora per la salute e il benessere della comunità.

Seguici anche su:

  • Gruppo Telegram: Concorsi in Sanità – LINK
  • Gruppo Telegram: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Telegram: Infermieri – LINK
  • Gruppo Telegram: Operatori Socio Saniari (OSS) – LINK
  • Gruppo Facebook: Concorsi in Sanittà – LINK
  • Pagina Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: Operatori Socio Sanitari – LINK
  • Gruppo Telegram: ECM Sanità – LINK
  • Gruppo Facebook: ECM Sanità – LINK

Per contatti:

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *