Lun. Lug 22nd, 2024

Le scale di valutazione in infermieristica sono strumenti fondamentali per la raccolta di dati, la valutazione delle condizioni del paziente e la pianificazione dell’assistenza. Esse aiutano gli infermieri a prendere decisioni informate e a monitorare i progressi dei pazienti. Ecco alcune delle principali scale di valutazione utilizzate in infermieristica:

1. Scala di Braden

Utilizzo: Valutazione del rischio di ulcere da pressione. Componenti: Percezione sensoriale, umidità, attività, mobilità, nutrizione, frizione e taglio. Scoring: Punteggio da 6 a 23, con punteggi bassi indicanti un rischio maggiore.

2. Scala di Norton

Utilizzo: Valutazione del rischio di ulcere da pressione. Componenti: Condizione fisica, stato mentale, attività, mobilità, incontinenza. Scoring: Punteggio da 5 a 20, con punteggi bassi indicanti un rischio maggiore.

3. Scala di Glasgow (GCS – Glasgow Coma Scale)

Utilizzo: Valutazione del livello di coscienza. Componenti: Apertura degli occhi, risposta verbale, risposta motoria. Scoring: Punteggio da 3 a 15, con punteggi bassi indicanti un livello di coscienza ridotto.

4. Scala di Barthel

Utilizzo: Valutazione dell’indipendenza nelle attività della vita quotidiana (ADL). Componenti: Nutrizione, bagno, igiene personale, uso dei servizi igienici, trasferimenti (letto-sedia), mobilità, vestizione, uso delle scale, controllo degli sfinteri. Scoring: Punteggio da 0 a 100, con punteggi alti indicanti maggiore indipendenza.

5. Scala di Morse

Utilizzo: Valutazione del rischio di caduta. Componenti: Storia di cadute, diagnosi secondarie, aiuto nella deambulazione, terapia endovenosa, deambulazione, stato mentale. Scoring: Punteggio da 0 a 125, con punteggi alti indicanti un rischio maggiore.

6. Scala del Dolore (VAS – Visual Analog Scale; NRS – Numeric Rate Scale)

Utilizzo: Misurazione dell’intensità del dolore. Componenti: Linea continua da “nessun dolore” a “dolore più forte possibile”. Scoring: Punteggio da 0 a 10, con punteggi alti indicanti dolore più intenso.

7. Scala di RASS (Richmond Agitation-Sedation Scale)

Utilizzo: Valutazione dell’agitazione e della sedazione. Componenti: Livello di agitazione o sedazione. Scoring: Da -5 (sedazione profonda) a +4 (agitazione estrema).

8. Scala di Confusione (CAM – Confusion Assessment Method)

Utilizzo: Diagnosi di delirium. Componenti: Insorgenza acuta e andamento fluttuante, disattenzione, pensiero disorganizzato, alterato livello di coscienza. Scoring: Diagnosi di delirium se presenti criteri specifici.

9. Scala di Hendrich II

Utilizzo: Valutazione del rischio di caduta nelle persone anziane. Componenti: Confusione/disorientamento/impulsività, sintomi di depressione, eliminazione, vertigini/vertigini, sesso femminile, uso di farmaci, prestazioni di deambulazione. Scoring: Punteggio cumulativo per determinare il rischio.

Conclusione

Le scale di valutazione sono strumenti essenziali in infermieristica per una cura efficace e mirata del paziente. Ogni scala ha uno scopo specifico e viene utilizzata in base alle necessità cliniche del paziente. L’uso appropriato di queste scale aiuta a migliorare la qualità dell’assistenza infermieristica, assicurando che le decisioni cliniche siano basate su dati oggettivi e accurati.

Seguici anche su:

  • Gruppo Telegram: Concorsi in Sanità – LINK
  • Gruppo Telegram: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Telegram: Infermieri – LINK
  • Gruppo Telegram: Operatori Socio Saniari (OSS) – LINK
  • Gruppo Facebook: Concorsi in Sanittà – LINK
  • Pagina Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: Operatori Socio Sanitari – LINK
  • Gruppo Telegram: ECM Sanità – LINK
  • Gruppo Facebook: ECM Sanità – LINK

Per contatti:

Autore

Di Dott.ssa Lorisa Katra

Infermiera e web writer ma anche mamma, pasticciera, viaggiatrice e sognatrice. All'occorrenza so come far atterrare un aereo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *