Dom. Lug 14th, 2024
sanità soldi drg

Le tariffe DRG (Diagnosis-Related Groups) sono un sistema di classificazione delle prestazioni ospedaliere basato sulla diagnosi e sul tipo di trattamento.

Rappresentano un sistema molto complesso e vengono utilizzate per determinare il costo di una prestazione ospedaliera e, quindi, per finanziare le strutture sanitarie.

Sviluppate negli Stati Uniti durante gli anni ’70 in risposta alla necessità di un sistema di pagamento più efficiente ed equo per le prestazioni ospedaliere, sono state introdotte per la prima volta nel 1983 dal programma Medicare.

Per vederle applicate in Italia si deve invece attendere fino al 1998, a seguito di misure di razionalizzare il sistema di finanziamento del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

Le tariffe DRG sono aggiornate annualmente dal Ministero della Salute, sulla base di dati raccolti dalle strutture sanitarie.

Nel nostro paese lee tariffe DRG sono suddivise in due categorie:

  • DRG ordinari: riguardano le prestazioni ospedaliere erogate in regime di ricovero ordinario.
  • DRG di alta complessità: riguardano le prestazioni ospedaliere erogate in regime di ricovero di alta complessità.

E sono calcolate sulla base di una serie di fattori, tra cui:

  • La diagnosi;
  • Il tipo di trattamento;
  • La complessità del paziente;
  • La durata del ricovero.

Le tariffe DRG sono utilizzate in molti paesi del mondo, tra cui l’Italia, dove le tariffe DRG sono definite dal Ministero della Salute e sono aggiornate annualmente.

Hanno diversi obiettivi, tra cui:

  • Garantire l’equità di trattamento;
  • Incentivare l’efficienza;
  • Migliorare la trasparenza.

Le tariffe DRG dovrebbero quindi garantire l’equità di trattamento in quanto consentono di pagare le prestazioni ospedaliere in modo uniforme, indipendentemente dalla struttura sanitaria in cui vengono erogate. Allo stesso modo, dovrebbero incentivare l’efficienza in quanto le strutture sanitarie che erogano le prestazioni in modo più efficiente ricevono un finanziamento maggiore. Infine, permettendo di conoscere il costo delle prestazioni ospedaliere, dovrebbero permettere una maggiore trasparenza sulle dinamiche economiche in sanità.

Questi obiettivi non sono completamente raggiunti purtroppo, in quanto la spesa pubblica per la Sanità manifesta falle e inefficienze dovute talvolta a scorretti utilizzi di questo strumento.

Seguici anche su:

  • Gruppo Telegram: Concorsi in Sanità – LINK
  • Gruppo Telegram: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Telegram: Infermieri – LINK
  • Gruppo Telegram: Operatori Socio Saniari (OSS) – LINK
  • Gruppo Facebook: Concorsi in Sanittà – LINK
  • Pagina Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: AssoCareNews.it –LINK
  • Gruppo Facebook: Operatori Socio Sanitari – LINK
  • Gruppo Telegram: ECM Sanità – LINK
  • Gruppo Facebook: ECM Sanità – LINK

Per contatti:

Autore

  • Dott. Marco Tapinassi

    Vicedirettore del quotidiano AssoCareNews.it. Infermiere e Giornalista, autore di oltre 5000 articoli web e cartacei. Mille interessi, due figli, un cane ma solamente 24 ore a disposizione ogni giorno! Ciò nonostante non perde nemmeno un tè con il suo Bianconiglio.

    Visualizza tutti gli articoli

Di Dott. Marco Tapinassi

Vicedirettore del quotidiano AssoCareNews.it. Infermiere e Giornalista, autore di oltre 5000 articoli web e cartacei. Mille interessi, due figli, un cane ma solamente 24 ore a disposizione ogni giorno! Ciò nonostante non perde nemmeno un tè con il suo Bianconiglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *