Efficacia e gradimento attività di simulazioni in emergenza per studenti del Corso di Laurea in Infermieristica.

Efficacia e gradimento attività di simulazioni in emergenza per studenti del Corso di Laurea in Infermieristica.

Ecco una indagine conoscitiva condotta dalle colleghe Elisa Milici e Maria Emma Musio.

Diversi studi internazionali hanno dimostrato che i laboratori di simulazione sono un importante mezzo di apprendimento per lo studente. Il nostro studio aveva come obiettivo quello di valutare l’efficacia ed il gradimento delle simulazioni in emergenza per gli studenti del corso di laurea in infermieristica del polo ASL3 dell’Università di Genova.

Gli studenti del terzo anno del corso di laurea in infermieristica del polo didattico ASL3 (n = 50) hanno partecipato alle sessioni di laboratorio e hanno compilato un’intervista che prevedeva domande a risposta chiusa e domande a risposta aperta somministrata in fase pre-laboratorio e in fase post- laboratorio.

Secondo gli studenti infermieri tutti gli argomenti trattati dalle sessioni di laboratorio simulato hanno dimostrato un miglioramento delle competenze cognitive (ritenute sufficienti nel 64% dei partecipanti in fase pre corso cresciute al 90% in fase post corso), relazionali (ritenute sufficienti nel 84% dei partecipanti in fase pre corso cresciute al 94% in fase post corso) e gestuali (ritenute sufficienti nel 60% dei partecipanti in fase pre corso cresciute al 90% in fase post corso). I risultati ottenuti dal questionario hanno comprovato un buon livello di soddisfazione e un piccolo aumento di ansia (individuata dal 5% dei partecipanti in fase pre corso e diventata il 7% in fase post corso) e di insicurezza (individuata dal 9% in fase pre corso e diventata il 10% in fase post corso). La strutturazione conclusiva di successivi progetti di laboratorio simulato ci permetterà di chiarire ulteriori aspetti dubbi su tale argomentazione.

Lo studio ha evidenziato la necessità di impiegare la simulazione per un migliore apprendimento delle tecniche di valutazione e assistenza al paziente critico. Con questa tecnica di simulazione in area critica lo studente prende coscienza del traguardo da raggiungere e di quanto il proprio operato possa inficiare lo stato di salute e benessere del paziente.

Studio condotto dalle colleghe Elisa Milici e Maria Emma Musio

Potrebbe interessarti...