histats.com
giovedì, Maggio 13, 2021
Pubblicità
HomeConcorsi InfermieriAppunti Concorsi InfermieriIpofisi o Ghiandola pituitaria: dove si trova e qual è la sua...

Ipofisi o Ghiandola pituitaria: dove si trova e qual è la sua funzione.

Oggi parliamo di Ipofisi, detta anche Ghiandola pituitaria. Scopriamo assieme dove si trova e qual è la sua funzione spesso vitale per il Corpo Umano.

L’Ipofisi o Ghiandola Pituitaria è una piccola ghiandola delle dimensioni di un pisello che svolge un ruolo importante nella regolazione delle funzioni vitali del corpo e del benessere generale. Viene chiamata la “ghiandola principale” del corpo perché controlla l’attività della maggior parte delle altre ghiandole secernenti ormoni.

La ghiandola pituitaria è una piccola ghiandola che si trova nella sella turcica (“sella turca”), una cavità ossea alla base del cranio, sotto il cervello e dietro il ponte del naso. La ghiandola pituitaria ha due parti principali, la ghiandola pituitaria anteriore e la ghiandola pituitaria posteriore. La ghiandola è attaccata a una parte del cervello (l’ipotalamo) che controlla la sua attività. La ghiandola pituitaria anteriore è collegata al cervello da vasi sanguigni corti. La ghiandola pituitaria posteriore è in realtà parte del cervello e secerne ormoni direttamente nel flusso sanguigno sotto il comando del cervello.

Cosa fa la mia ghiandola pituitaria o ipofisi?

La ghiandola pituitaria è chiamata “ghiandola principale” poiché gli ormoni che produce controllano tanti processi diversi nel corpo. Rileva i bisogni del corpo e invia segnali a diversi organi e ghiandole in tutto il corpo per regolare la loro funzione e mantenere un ambiente appropriato. Secerne una varietà di ormoni nel flusso sanguigno che agiscono come messaggeri per trasmettere informazioni dalla ghiandola pituitaria a cellule distanti, regolando la loro attività. Ad esempio, la ghiandola pituitaria produce prolattina, che agisce sul seno per indurre la produzione di latte. La ghiandola pituitaria secerne anche ormoni che agiscono sulle ghiandole surrenali, tiroide, ovaie e testicoli, che a loro volta producono altri ormoni. Attraverso la secrezione dei suoi ormoni, la ghiandola pituitaria controlla il metabolismo, la crescita, la maturazione sessuale, la riproduzione, la pressione sanguigna e molte altre funzioni e processi fisici vitali.

Quali ormoni produce?

La ghiandola pituitaria anteriore produce i seguenti ormoni e li rilascia nel flusso sanguigno:

  • ormone adrenocorticotropo, che stimola le ghiandole surrenali a secernere ormoni steroidei, principalmente cortisolo;
  • ormone della crescita, che regola la crescita, il metabolismo e la composizione corporea;
  • ormone luteinizzante e ormone follicolo stimolante, noto anche come gonadotropine. Agiscono sulle ovaie o sui testicoli per stimolare la produzione di ormoni sessuali e la maturità delle uova e degli spermatozoi;
  • prolattina, che stimola la produzione di latte;
  • ormone stimolante la tiroide, che stimola la ghiandola tiroidea a secernere ormoni tiroidei.

Ciascuno di questi ormoni è prodotto da un tipo separato di cellula all’interno della ghiandola pituitaria, ad eccezione dell’ormone follicolo stimolante e dell’ormone luteinizzante, che sono prodotti insieme dalla stessa cellula.

Due ormoni sono prodotti dall’ipotalamo e quindi immagazzinati nella ghiandola pituitaria posteriore prima di essere secreti nel flusso sanguigno.

Questi sono:

  • ormone antidiuretico (chiamato anche vasopressina), che controlla l’equilibrio idrico e la pressione sanguigna;
  • ossitocina, che stimola le contrazioni uterine durante il travaglio e la secrezione di latte durante l’allattamento.

Tra l’ipofisi anteriore e l’ipofisi posteriore si trova la ghiandola pituitaria intermedia.

Le cellule qui producono:

ormone stimolante i melanociti, che agisce sulle cellule della pelle per stimolare la produzione di melanina.

Patologie correlate al mal funzionamento dell’Ipofisi.

La ghiandola pituitaria è una ghiandola importante nel corpo e gli ormoni che produce svolgono vari compiti e regolano la funzione di molti altri organi. Ciò significa che i sintomi riscontrati quando la ghiandola pituitaria smette di funzionare correttamente possono essere diversi, a seconda dell’ormone interessato.

Le condizioni che colpiscono direttamente la ghiandola pituitaria possono essere suddivise in tre categorie principali:

Condizioni che inducono la ghiandola pituitaria a produrre una quantità eccessiva di uno o più ormoni. Gli esempi includono acromegalia, malattia di Cushing e prolattinoma.

Condizioni che inducono la ghiandola pituitaria a produrre una quantità insufficiente di uno o più ormoni. Gli esempi includono deficit dell’ormone della crescita ad esordio nell’età adulta, diabete insipido e ipopituitarismo.

Condizioni che alterano le dimensioni e / o la forma della ghiandola pituitaria. Gli esempi includono la sindrome della sella vuota.

Un tipo di cellula può dividersi e quindi formare un piccolo nodulo benigno, noto come tumore, e il paziente può quindi soffrire degli effetti di una quantità eccessiva di ormone che la cellula produce.

Se il tumore diventa molto grande, anche se ancora benigno, può schiacciare le cellule circostanti e impedirne il funzionamento (ipopituitarismo) o spingere verso l’alto e interferire con la vista – un difetto del campo visivo.

Molto occasionalmente, il tumore può espandersi lateralmente e causare una visione doppia poiché colpisce i nervi che controllano i movimenti oculari.

Va sottolineato che anche quando questi tumori sono grandi, molto raramente si diffondono ad altre parti del corpo.

Leggi anche:

Corpo Umano: viaggio all’interno di una macchina perfetta.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394