Pubblicità

Un tragico errore e perde la vita cadendo giù dalla parallele. Ha perso così la vita la ventenne Melanie Coleman, ginnasta statunitense. A nulla sono serviti i soccorsi.

Un imprevedibile incidente ha portato alla morte di una ginnasta di 20 anni negli Stati Uniti d’America. Si tratta di Melanie Coleman, giovanissima e promettente atleta che è stata vittima qualche giorno fa di un tragico sinistro sportivo. Ora non c’è più. A nulla sono serviti i soccorsi. Medici e Infermieri dello Yale New Haven Hospital non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso, avvenuto per i postumi della caduta.

La giovanissima atleta si stava allenando insieme al coach Thomas Alberti, di chiare origini italiane, quando all’improvviso ha perso l’appoggio sull’attrezzo.

Il violento schianto al suolo le ha procurato una lesione fatale al midollo spinale. I soccorsi del personale medico sono intervenuti rapidamente ma senza successo. Melanie è stata trasferita al Yale New Haven Hospital, ma non c’è stato nulla da fare. Il suo allenatore, in lacrime, ha commentato l’accaduto con enorme dispiacere: “Era una leader, carismatica e pronta a dare consigli”.

“L’incidente – ha aggiunto – è stato una fatalità difficile da elaborare”.