Pubblicità

Lesioni Tour: successo per l’iniziativa. Infermieri tra i cittadini per far conoscere in modo corretto il mondo del Wound Care ai Caregivers!

Un grande successo: il Lesioni Tour, ovvero il Wound Care 2.0, sta allargo sempre più le sue reti arrivando a coinvolgere centinaia di famiglie.

In cosa consiste? Stavolta non si tratta di evoluzione tecnologica ma di un ritorno alle origini: Infermieri tra i cittadini per educare sul Wound Care.

Le Lesioni Da Pressione, sono un problema ancora sconosciuto a molti e la mancanza di sensibilizzazione della popolazione su questo argomento è la principale motivazione di disorientamento di familiari/caregiver, che una volta colpiti, si troveranno ad affrontare la situazione brancolando nel buio con il rischio di commettere errori talvolta fatali.

La confusione in questo settore inizia già dal nome, anche nella terminologia obsoleta nel linguaggio più popolare o comune che continua a definirla “PIAGA” solo nell’ambiente sanitario cambia il suo nome in “ULCERA CUTANEA” o “LESIONE CUTANEA” ma cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta: le ulcere cutanee sono perdite di tessuto cutaneo.

Queste osservazioni sono alla base di ciò che ha ispirato il progetto Lesioni Tour, che nasce dopo un attento studio degli indicatori (natalità-decessi-età media) e qualità di vita della provincia bergamasca e che si pone l’obiettivo di supportare chi si è trovato a convivere con una problematica così seria e si è sentito abbandonato.

Lesioni Tour vuole anche attirare l’attenzione sulla prevenzione delle ulcere che si può e si deve attuare seguendo uno stile di vita sano con un’alimentazione equilibrata, una adeguata idratazione, esercizio fisico moderato e regolare. Evitando il fumo e l’abuso di alcolici e ponendo attenzione a mantenere la cute sempre idratata utilizzando gli appositi unguenti auto idratanti.

Ivan Santoro, ideatore del progetto

L’infermiere nel suo DNA necessariamente deve avere la qualità divulgativa ed educativa del caregiver ma i sostenuti ritmi di lavoro e le esigenze pratiche limitano spesso alla risoluzione delle problematiche urgenti.

Da questa riflessione, e dalla sua esperienza con i pazienti, è partito il dott. Ivan Santoro, Infermiere esperto in WOUND CARE, da anni dedica molta attenzione alla formazione e l’informazione corretta nel tentativo di limitare i danni fatti da coloro che senza esperienza e molta saccenza si arrogano il diritto di esprimere opinioni ed ipotizzare cure improbabili, con consecutivo effetto di disorientare caregivers.

Il progetto “Lesioni Tour” è la sintesi di tutti questi concetti e mira a tradurre in maniera semplice un argomento complesso come quello delle lesioni cutanee, verranno realizzati dei piccoli spot che conterranno consigli per evitare laddove possibile l’errore e fornire le armi per scegliere la strada migliore per il proprio caro.

E’ iniziato ad Alzano Lombardo nell’autunno scorso e da allora la marcia non si è mai arrestata: già centinaia i cittadini coinvolti, altissimi i tassi di gradimento e grande richiesta da parte dei comuni limitrofi.

Nelle prossime settimane altre date si concretizzeranno, oltre quelle già in programma.

Tutta la redazione si congratula con il dott. Santoro per il successo riscontrato.