histats.com

Oss licenziata per caduta paziente ma il letto era rotto!

Oss licenziata per caduta paziente ma il letto era rotto!

Oss licenziata per la caduta di una paziente: il letto però era rotto e segnalato da settimane!

Paola Tassini è un’operatrice socio sanitaria umbra che nel mese di settembre è stata licenziata a causa di una caduta dal letto di un’ospite della struttura dove lavorava: una decisione ingiusta e che la porta a far intervenire i sindacati.

Gentile Paola, cosa è successo?

Lavoravo come Oss in una RSA quando una notte di agosto è caduta una paziente. Succedono spesso le cadute (approssimativamente 2-3 al mese nella mia struttura) ma questa era una paziente appena entrata per un periodo di sollievo. E molto, molto facoltosa.

Che conseguenza ha avuto questa caduta per la paziente?

La signora ha avuto rotte le ossa dei polsi e un brutto livido sul mento per due settimane. Dice si è anche rotta la dentiera.

Come è successo?

La signora è caduta rigirandosi nel letto la notte, la spondina ha ceduto perchè rotta. Il guaio è che era da luglio che si segnalava questo letto e non era nemmeno l’unico.

Che conseguenza ci sono state?

Mi hanno licenziato perchè di turno quella notte dicendo che è per giusta causa perchè non ho vigilato. Ma come posso essere in tutte le stanze in ogni momento? Inoltre sono intervenuta subito non è che ero alla tv o in brandina.

Cosa intendi fare adesso?

Ho messo la cosa in mano al mio sindacato e mi hanno detto che le segnalazioni del guasto letto sono scritte e quindi ho possibilità di vincere.

Ti ringraziamo per la segnalazione e per la breve intervista.

Avatar

Dott. Marco Tapinassi

Vice-Direttore. Infermiere in Psichiatria, webwriter, attentatore di biscotti ma anche coautore di libri sui concorsi pubblici. Immagina l'informazione come un fattore di crescita. Non perde nemmeno un tè con il suo Bianconiglio.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394