Pronto Soccorso: codici bianchi saranno dimessi per direttissima!

Pronto soccorso: basta abuso codici bianchi!
Pronto soccorso: basta abuso codici bianchi!

Pronto soccorso: basta codici bianchi

Sanità, in Piemonte novità in arrivo per gli ospedali: stop all’abuso del codice bianco, i pazienti che potranno essere curati dal medico di base saranno assegnati al curante. E dimessi senza esami.

I cambiamenti riguardanti la sanità, in Piemonte, toccano anche e soprattutto le funzioni quotidiane degli ospedali. Proprio per quel che riguarda le strutture ospedaliere della nostra regione, sono in arrivo grandi novità. Prossimamente, infatti, saranno posti grossi limiti all’utilizzo del codice bianco.

Questo è quanto si evince dall’accordo firmato un paio di mesi fa tra l’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte e i sindacati dei medici di medicina generale.

L’accordo prevede che i codici bianchi che si recheranno al Pronto Soccorso non avranno più la possibilità di fare analisi ed esami, ma riceveranno solo la prescrizione dei farmaci e il consiglio di rivolgersi al proprio medico curante, oltre, ovviamente, al pagamento del ticket sanitario.

Una decisione che arriva dopo anni in cui si è assistito ad un vero e proprio boom di codici bianchi, ovvero quelli che nel triage vengono considerati i pazienti meno gravi di tutti.

I pazienti a cui viene attribuito il codice bianco sono quelli che potrebbero essere seguiti e curati dal medico di base senza ricorrere al Pronto Soccorso, il quale si sovraffollerebbe inutilmente,  magari togliendo tempo ai casi più gravi.

Una delle conseguenze che si potrebbero temere in seguito a questo provvedimento è il riversamento delle valutazioni dei pazienti con codice bianco al codice verde, onde evitare eventuali responsabilità agli operatori del triage.

Dunque, questa nuova soluzione è destinata a modificare in maniera sostanziale il modus operandi delle strutture ospedaliere torinesi e piemontesi.

 

Fonte: mole24.it – AssoCareNews.it

Potrebbe interessarti...