Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari obbligati al BLSD, i Medici ne sono esenti.

Infermieri e Professionisti Sanitari obbligati al BLSD, i Medici ne sono esenti.
Infermieri e Professionisti Sanitari obbligati al BLSD, i Medici ne sono esenti.

Decisione della Regione Toscana

InfermieriProfessionisti Sanitari (ma anche gli Operatori Socio Sanitari) devono essere dotati di attestato di operatore Blsd (e in molti casi Blsd pediatrico) per lavorare negli Enti pubblici e privati. I Medici non ne hanno bisogno. Lo chiarisce in una missiva la Regione Toscana rispondendo all’interpellanza del Centro Medico Europa. Inoltre, precisa che la presenza di personale infermieristico deve essere garantita durante l’espletamento di particolari indagini diagnostiche. Ecco cosa l’Ente ha dichiarato a tal proposito.

A firmare la lettera di risposta al quesito del Centro medico è stata la dirigente regionale, Maria Teresa Mechi, responsabile dei Diritti di cittadinanza e coesione sociale – Settore Qualità dei servizi e delle reti cliniche.

Per la prima volta si dice a chiare lettere che i Medici non sono obbligati ad avere l’attestato di Operatore Blsd – Pblsd per intervenire durante una manovra di rianimazione cardio-polmonare.

Ecco la missiva

In merito all’interpello formulato in seguito alla verifica del Dipartimento di Prevenzione, pervenuto in data 23 marzo 2018 e allegato alla presente, si riporta quanto deciso dal Gruppo di Coordinamento del GTRVE nella seduta del giorno 14 aprile 2018:

“a. L’unità infermieristica deve essere presente durante l’orario di erogazione delle prestazioni sanitarie nella disciplina che lo richiede, quando prevista nella relativa sottosezione.
A titolo di esempio: B1.2 in caso di esami contrastografici; B1.3 per l’intero orario di accesso alle prestazioni; B1.4 disponibilità nell’ambito del presidio; deve essere garantita la presenzacontemporanea di un cardiologo e di un’unità infermieristica per l’esecuzione di ecocardiografia transesofagea, ecostress, test ergometrici.

b. Sentito il settore competente della Direzione diritti di cittadinanza e coesione sociale, si precisa che secondo l’interpretazione vigente della legge 120 del 2001 non risulta obbligatorio il corso BLS-D per il personale sanitario medico e che la formazione per BLS-D prevista dalla DGR 428/2017 riguarda il personale sanitario non medico e il personale non sanitario.

Nella struttura dovrà essere sempre presente una persona abilitata all’utilizzo.”

Maria Teresa Mechi, Dirigente

* * *

Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari quindi obbligati ad avere l’attestato di Operatore BLSD – PBLSD, i Medici no. Accade in Toscana, dove la Regione decide di interpretare le norme in maniera particolare. Tanti i dubbi, anche perché non tutti i medici, che si specializzano sempre più in settore ultra-specifici, sono in grado di eseguire una RCP e hanno bisogno anche loro di continui aggiornamenti in materia di rianimazione cardio polmonare.

 
 

PS = La missiva è stata spedita all’Ente privato richiedente e per conoscenza all’Azienda Usl Toscana Centro Dipartimento della prevenzione – UFS Vigilanza e controllo erogazione prestazioni sanitarie e al SUAP del Comune di Firenze.

Potrebbe interessarti...