bollettino coronavirus
Pubblicità

Continua l’Emergenza Coronavirus. Siamo nel pieno della terza fase della Pandemia Covid-19. Il Servizio 118 in allarme rosso in tutta Italia.

Per la popolazione normale sembra già tramontata la Pandemia da Coronavirus, per i Sanitari la sensazione è diametralmente opposta. Ecco perché il Gruppo AssoCare, anche a nome dei tanti Infermieri, Medici, OSS e Professionisti Sanitari che ne fanno parte, scende in campo per chiedere al Governo Draghi di pensare a restrizioni più severe di quelle attuali.

“L’Emergenza non è affatto regredita – spiegano da AssoCare – e l’avanzare delle varianti estere del Coronavirus anche nel nostro Paese la dicono lunga sulla guerra al Covid-19 che ancora ci resta da combattere e si spera vincere. Medici e Infermieri dell’Emergenza-Urgenza sono allo stremo e, da indagini interne alla nostra organizzazione – emerge chiaramente che i dati dei contagi sono tutti in risalita. Mediamente su 10 chiamate al 118 ben 7 riguardano nuovi casi o casi conclamati di Covid-19. Ciò significa un impegno massiccio dell’organizzazione emergenziale territoriale nei confronti di un virus che non riusciamo a debellare anche per le indecisioni della Politica e per una crisi di Governo che poteva benissimo essere rinviata”.

“Ora si deve decidere se continuare ancora a far finta di nulla o ammettere che siamo in una fase critica della Pandemia che potrebbe peggiorare da un momento all’altro, così come dimostrano i dati in continuo crescendo. Mario Draghi e il ministro della salute Roberto Speranze diano delle risposte ai Sanitari e soprattutto agli Italiani” – concludono da AssoCare.

1 COMMENT

Comments are closed.