Pubblicità

Ancora polemiche sulle Auto Infermieristiche a Piacenza: l’Ausl ci mette una pezza, ma il suo secondo post su Facebook non convince gli Infermieri.

Continuano a Piacenza e ovunque in Italia le polemiche legate alla rimozione di un post dalla Pagina Facebook dell’Ausl, che parlava dell’attivazione delle auto infermieristiche da destinare ala Servizio 118. Ora un secondo post fa innervosire ancor di più gli infermieri, perché sentitisi presi in giro.

Il secondo post dell’Ausl di Piacenza, che cerca di rimediare all’offesa nei confronti degli Infermieri, ma crea ulteriore danno.

“Buonasera. Abbiamo rimosso il post sull’entrata in funzione delle auto infermieristiche perché non era nostra intenzione suscitare polemiche sui ruoli professionali e i commenti andavano oltre ogni forma di pensiero personale scadendo sotto tanti punti di vista. Da ieri è iniziata una riorganizzazione del sistema 118, sul quale abbiamo lavorato a lungo e nella quale crediamo. Nei prossimi giorni racconteremo più dettagliatamente il nostro progetto” – così l’Ausl di Piacenza si scusa per aver rimosso il post sulle Auto Infermieristiche utilizzate per il Servizio di Emergenza Territoriale 118. Ma è solo una toppa alla gaffe commessa, che ha leso dal profondo la dignità professionale degli Infermieri.

L’Ausl ha badato più alle polemiche solatie di alcuni medici, per giunta non avallate dalla Fnomceo e da alcun Omceo, che alla dignità della Professione Infermieristica, che ancora una volta viene vilipesa dal pressappochismo delle dirigenze, quasi tutte mediche.

Una guerra inutile tra Medici e Infermieri che mette solo a disagio i Cittadini, che continuano a non essere al centro degli interessi di cura e di assistenza. Una battaglia sterile che serve solo a rinviare, ma non per molto, il riconoscimento delle competenze infermieristiche anche nel campo dell’emergenza territoriale.

Sul caso si registra anche un secondo post del Comitato direttivo della SIIET, ovvero la Società Italiana Infermieri Emergenza Territoriale:

“In relazione al post sulle auto infermieristiche in attivazione nella Azienda USL di Piacenza, precedentemente da noi riportato, prendiamo atto con favore del fatto che, la stessa USL, ribadisca l’intenzione di portare avanti il progetto in cui crede, e nel quale anche noi crediamo. Dispiace, d’altro canto, dover constatare, ancora una volta, come da parte di alcuni, per lo più soliti noti sui quali inspiegabilmente tarda ad arrivare un richiamo ordinistico che sarebbe più che mai opportuno, vi sia una totale incapacità di valutare serenamente, e non come una sorta di guerra dichiarata unilateralmente, una normale evoluzione di assetti organizzativi e ambiti professionali che è il motore primario di qualunque miglioramento nell’interesse del cittadino”.

Leggi anche:

Giallo a Piacenza. Prima l’AUSL introduce le Auto Infermieristiche, poi cancella il post dalla sua Pagina Facebook.