Infermieri del futuro a Genova: tra App, Droni e Tecnologia Avanzata

Infermieri del futuro a Genova: tra App, Droni e Tecnologia Avanzata.
Infermieri del futuro a Genova: tra App, Droni e Tecnologia Avanzata.

L’Assistenza di domani… oggi” è il titolo-tema dell’incontro svoltosi oggi a Commenda di Pre’ (Genova) a cui hanno preso parte vari esponenti del Coordinamento Regionale degli Ordini Infermieristici della Liguria. L’iniziativa, oltre che dall’Ordine Provinciale degli Infermieri di Genova è stata insistentemente voluta da Genova Social Hub, da Humana Vox e da altre organizzazioni pubbliche e private.

All’appuntamento hanno preso parte, tra gli altri, Giancarlo Cicolini, tesoriere della Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche (FNOPI), e Carmelo Gagliano, presidente degli infermieri genovesi (con lui anche i consiglieri Federica Putzu, Marina Calabrò, Ezio Vivaldi e Marcello Del Papa).

Ospite d’onore l’assessore regionale ligure alla Sanità Sonia Viale della Lega. Presenti all’appuntamento anche Francesca Fassio, assessore alle politiche educative e all’istruzione della Città di Genova, e Paolo Cavagnaro, direttore sanitario dell’ASL 3.

L’incontro è stato voluto per presentare al mondo sanitario e ai cittadini liguri ben 8 Startup innovative oltre che ritrovati tecnologici per la cura domiciliare alla persona, che serviranno ad Infermieri e Infermieri Pediatrici a incrementare notevolmente l’offerta assistenziale sia dal punto di vista qualitativo, che da quello quantitativo. 

Tra le altre sono state presentate:

  1. JP Droni, ovvero una Startup specializzata nell’offrire servizi aerei tramite droni, dedicati ai professionisti sanitari, all’industria e ai privati;
  2. ABZero, ovvero una Startup che offre un servizio per il trasporto di sangue ed organi, assicurando la consegna in maniera autonoma e immediata; il bene trasportato è conservato senza rischi in una capsula intelligente, che ne protegge la qualità secondo gli standard di legge;
  3. HeartSwitch, che propone dispositivi per la diagnosi precoce e il monitoraggio cardiaco da utilizzare direttamente a domicilio; gli esami saranno poi visionati da medici specialisti tramite un servizio di telemedicina;
  4. WristBot, che costituisce un sistema completo e integrato per la diagnosi precoce e la riabilitazione delle disfunzioni sensoriali e motorie in malattie neurologiche o ortopediche;
  5. Wound Viewer, un dispositivo capace di acquisire e di processare in maniera autonoma e immagini delle ulcere cutanee attraverso un algoritmo di intelligenza artificiale che fornisce al professionista i parametri delle lesioni e organizza le informazioni in cartelle cliniche digitali;
  6. EasyPCR, che offre soluzioni innovative per la rilevazione di patogeni e per le analisi genetiche; un dispositivo e specifici kit di reagenti permettono di individuare batteri, virus, e mutazioni genetiche in organismi o nell’ambiente;
  7. D-Heart, in pratica un elettrocardiografo su smartphone (tascabile, economico, clinicamente affidabile e su misura per il paziente);
  8. Humana Vox, un servizio di gestione avanzata per l’assistenza domiciliare il macchina rivolto a paziente, caregiver e professionisti sanitari attraverso una piattaforma digitale che porta la qualità delle cure dalla corsia d’ospedale al comfort della propria abitazione.

Un appuntamento che ci porta nel futuro e che ci fa pensare a come cambierà e in maniera sostanziale la Sanità Pubblica in Italia e nel mondo. Il futuro è già presente!

Potrebbe interessarti...