Pubblicità

Professioni Sanitarie. Finiscono in polemica le prime elezioni delle Commissioni d’albo nazionale. Alessandro Beux butta acqua sul fuoco e porge la mano agli scontenti.

Si sono concluse l’altra sera a Roma tra le polemiche le elezioni per la composizione delle 19 Commissioni d’albo nazionale della FNO TSRM PSTRP. Tante le proteste (soprattutto tra i vinti), ma anche i tentativi di risoluzione delle problematiche sorte essenzialmente per motivi organizzativi non riconducibili pare al Comitato Centrale e ai Presidenti degli Ordini Provinciali.

Le curiosità.

L’esperto Angelo Mastrillo ha ricostruito l’elenco numerico dei Candidati alle Elezioni delle Commissioni d’Albo Nazionale della FNO TSRM PSTRP evidenziando alcune curiosità.

Tra i papabili membri d’Albo, in totale 19, c’è anche un 82enne, mentre il più giovane ha solo 23 anni. La media relativa all’età è di 49 anni. Il gruppo dei più “anziani” è composto dai Dietisti, mentre quello più “giovane” dai Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica.

Il Lazio esprime i candidati più numerosi, mentre fanalino di coda restano Friuli Venezia Giulia, Umbiria, Molise e Basilicata.

La querelle elettorale.

I più arrabbiati di tutti con la Federazione sono alcuni Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico, che hanno inoltrato formale protesta al presidente Alessandro Beux per la chiara cattiva organizzazione dell’importante e storico appuntamento, che non ha permesso a tanti nei fatti di esprimere il diritto al voto. Assieme a loro alcuni presidenti di Ordini provinciali e alcuni presidenti delle ormai ex-Associazioni rappresentative delle singole categorie, messe definitivamente in soffitto lo scorso 28-29 settembre 2020.

A Roma si sono presentati 451 delegati sui 785 aventi diritto, quindi più dei 2/5 necessari per raggiungere il quorum nelle prime votazioni. Cosa non necessaria nell’ultima.

Alla fine, complice anche il Covid-19 e le procedure di distanziamento e controllo ad esso correlate, è finito in “bufera”, con le proteste dei tanti che non hanno potuto votare. Da una parte c’è chi parla di voluto ostruzionismo, dall’altra di deficit organizzativi non voluti e non preventivati.

Fatto sta quella che doveva essere una giornata storica sarà ricordata come quella dei dissidi, che ora Beux cerca di risolvere nell’interesse collettivo di tutti gli iscritti alla Federazione. Nel documento si ammette errori logistici ed organizzativi e si precisa che saranno ascoltate tutte le istanze degli iscritti e dei candidati.

La lettera di Alessandro Beux e del segretario Barbara Pelos ai Presidenti degli Ordini Provinciali.

Ai Presidenti degli Ordini TSRM e PSTRP

e, p.c.

Ai Presidenti delle Commissioni di albo
Ai Componenti del Comitato centrale

Oggetto: elezioni delle Commissioni di albo nazionale 2020-2024.

Gentili Presidenti,

nella notte si è concluso lo scrutinio delle schede e sono risultate elette 18 Commissioni di albo nazionali, con le quali ci congratuliamo e alle quali auguriamo un sereno e proficuo lavoro, all’interno di relazioni e modalità operative anche in questo caso senza precedenti e da definire insieme. Per i Tecnici ortopedici recupereremo quanto prima.

Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante risultato, non scontato in questo periodo storico, che garantisce alle singole professioni la massima rappresentanza istituzionale.
Nei prossimi giorni, sulla base di quel che ci verrà consegnato dalla Commissione elettorale, procederemo con i previsti adempimenti formali.

Relativamente a quel che si è verificato sabato pomeriggio in apertura del seggio, riservandoci di essere più dettagliati in una prossima comunicazione, vogliamo sin d’ora consegnare i seguenti messaggi:

  • il Comitato centrale è profondamente dispiaciuto per quanto accaduto e per quanto è stato patito dai colleghi e non esiterà a farsi carico delle eventuali responsabilità a lui ascrivibili;
  • l’accaduto non è in alcun modo riconducibile ai Presidenti e ai Consigli direttivi degli Ordini, mai coinvolti nell’organizzazione;
  • sollevato dalle incombenze elettorali, il Comitato centrale lavorerà per ricercare e valutare con la dovuta attenzione tutti gli elementi alla base dell’accaduto, perché i soli aspetti logistici e organizzativi non appaiono sufficienti a giustificarlo.

Cordiali saluti.

Il Segretario
Barbara Pelos

Il Presidente
Alessandro Beux

Intanto ecco chi erano i candidati: elenco-candidature-liste-e-candidature-singole-elezioni-Cda-nazionali-