Incontinenza: il ruolo delle Ostetriche è importante per intercettare disfunzioni nelle donne.

ENPAPI: dopo 21 anni, 180 euro di pensione lorda!

Interviene sulla questione la Federazione Nazionale Ordini della Professione di Ostetrica: nostro ruolo è prevenire e riabilitare.

“Nel giorno in cui si celebra la “Giornata dell’incontinenza” (28 giugno 2019), la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica ricorda l’importanza del ruolo della Professione per la prevenzione e riabilitazione del pavimento pelvico femminile – affermano le componenti del Comitato centrale FNOPO -. L’ostetrica, infatti, è la professionista sanitaria che prende in carico la salute della donna in tutte le fasi del suo ciclo biologico, sessuale e riproduttivo. In questo tipo di patologia, risulta fondamentale il lavoro l’ostetrica in ogni occasione in cui l’ostetrica intercetta la donna nelle diverse età, in particolare in quelle fasi che possono compromettere la funzionalità dell’apparato di sostegno e di sospensione delle strutture pelvi-perineali, durante la gravidanza, nel post partum,durante la menopausa e tutto il periodo dell’età avanzata.

Consapevoli che tali disfunzioni riguardano un numero elevato di cittadine e in considerazione anche dell’aumento dell’età media della popolazione, la FNOPO ha promosso il master universitario specialistico per la professione in “Riabilitazione delle disfunzioni del pavimento pelvico “, riconosciuto da Miur e Ministero della Salute. Nel corso dell’anno l’a.a. 2019-2020 verrà attivato per presso due Università: quella di L’Aquila e quella di Sassari – hanno aggiunto i vertici nazionali della Categoria -.

La promozione, la protezione e la tutela della salute della donna, così come l’appropriatezza e la sicurezza delle cure sono da sempre al centro dell’attenzione e dell’attività della FNOPO, quale organo politico della Categoria, e soprattutto nella sua funzione di Ente sussidiario dello Stato. Per tale ragione la Federazione è subito intervenuta con rilievi critici rispetto all’Accordo Stato-Regioni siglato lo scorso 24 gennaio 2018, criticandone in particolare il non adeguato riconoscimento alle Ostetriche, che non sono state sentite in materia – ha commentato la presidente FNOPO, Maria Vicario, partecipando a Bari al “VII Convegno nazionale FINCOPP – Da 20 anni al servizio dei cittadini” -. Una scelta che – conclude la presidente Vicario – non tiene conto delle persone che quotidianamente sono costrette a convivere con tale problema che spesso è vissuto con vergogna fino a risultare, in certi casi, perfino invalidante e lesivo per una sana vita sociale e di relazione.”

Potrebbe interessarti...