FNOPO: ostetriche formate e competenti per l’allattamento.

FNOPO: ostetriche formate e competenti per l'allattamento.

La federazione da sempre sensibile all’argomento.

“La Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica è stata sempre sensibile alla protezione, promozione e sostegno dell’allattamento, tanto da aver attivato formazione specifica presso l’ISS su questo tema, nel 2005, per i formatori dei Corsi di Laurea in Ostetricia e ripreso successivamente – spiegano i vertici della Federazione Nazionale degli Ordini delle Ostetriche (FNOPO) -. Le ostetriche, infatti, sono le professioniste formate per la tutela e la promozione della salute della donna, in tutte le fasi del ciclo biologico, sessuale e riproduttivo”.

“L’attività ostetrica si realizza in tutto il periodo perinatale (prenatale, natale e post natale) con corsi specifici nei quali si promuove e si supporta l’allattamento, il bonding e il rapporto pelle a pelle tra la neo mamma e il nascituro – sottolineano i vertici FNOPO -. Un supporto che produce i suoi frutti, visto che i dati del Report gravidanza, parto e allattamento al seno”, (Istat, 9 dicembre 2014) mostrano che la percentuale di bambini allattati al seno in uscita dai punti nascita è dell’85,5%. L’allattamento è uno dei principali promotori di saluti materno – infantile, soprattutto se protratto in maniera esclusiva per almeno i primi sei mesi.

Il fatto che nei primi 3 mesi la percentuale delle donne che allatta arrivi al 48% risiede nel fatto che le donne tornano a lavoro il prima possibile per paura di essere licenziate, da condizioni economiche svantaggiate e, non da ultimo, da un welfare che non tutela la maternità. A influire nella decisione di smettere precocemente di allattare vi è anche la ricerca di risposte e consigli in figure non professionali per supportare le donne.

Per incrementare la percentuale di allattamento, è necessario fare rete tra i professionisti sanitari che si occupano con competenza della salute della donna e del nascituro: ostetriche, ginecologi e pediatri.

Le istituzioni, in questo processo, hanno un ruolo importante in quanto consentono il confronto e il raccordo delle parti affinché il loro lavoro congiunto porti a un miglioramento dei tassi di allattamento materno”, concludono i vertici FNOPO.

Potrebbe interessarti...