Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Ben vengano le assunzioni di Ostetriche/i, Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie. Indispensabili per non far collassare il Sistema Sanitario Nazionale.

La firma del decreto per il reclutamento di nuovo personale sanitario da parte delle aziende e degli enti del Servizio Sanitario Nazionale, fino al perdurare dello stato di emergenza sanitaria, rappresenta una vera boccata d’ossigeno per tutti i professionisti che quotidianamente stanno combattendo una difficile battaglia.

La chiamata di nuove risorse professionali, tra le quali le ostetriche, rappresenta una fondamentale misura per contrastare e contenere il contagio da COVID-19 ed evitare che il sistema vada definitivamente al collasso – affermano le componenti del Comitato centrale della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica (FNOPO) -. Il provvedimento adottato, ormai diventato indifferibile, serve a rinforzare un organico che, mai come prima nella storia della Repubblica, è in grave affanno, sofferenza e in alcune strutture al collasso.

Al Governo e alle istituzioni tutte va quindi il ringraziamento per quanto si sta facendo, con l’adozione di tutti i provvedimenti necessari e indispensabili per proteggere la salute di tutti i cittadini e, al contempo, aiutare i professionisti che operano in sanità, senza alcuna distinzione.

Per l’area materno-infantile – continuano le rappresentanti nazionali della categoria ostetrica – disporre nell’immediato di personale ostetrico è fondamentale perché consente di offrire maggiore assistenza, anche a domicilio, alle donne in gravidanza e alle puerpere che devono rimanere in ospedale il meno possibile e prevenire il contagio. Come testimonia la cronaca, l’emergenza continua e i numeri dei contagi purtroppo iniziano a essere problematici colpendo anche il personale ostetrico che in taluni casi è risultato ammalato o costretto in isolamento.

Non si poteva, e non si può rischiare, di vedere l’area materno–infantile privata della necessaria assistenza sanitaria, e quindi senza professionisti che prendono in carico la salute le donne e dei loro neonati, soprattutto, in una fase così delicata della loro vita.

Si raccomanda, peraltro, alle donne in gravidanza di continuare a fare i controlli previsti per ciascuna fase del processo perinatale. Controlli indifferibili per i quali è necessario presentarsi con fiducia agli appuntamenti programmati, ovviamente prendendo tutte le precauzioni utili e attenendosi alle indicazioni fornite dal Ministero della Salute nell’attuale situazione epidemiologica. Ad accogliere le donne, infatti, come sempre, ci sono le ostetriche: professioniste adeguatamente preparate, formate in grado di assisterle al meglio perché aggiornate sulle raccomandazioni fornite dalle istituzioni preposte. Alle ostetriche e ai ginecologi va il plauso e il ringraziamento della Federazione, nella consapevolezza che sono professionisti che quotidianamente spendono le loro energie al servizio e al fianco delle donne.

Infine – concludono i vertici nazionali FNOPO -, un appello ai cittadini affinché si attengano scrupolosamente alle indicazioni del governo e degli specialisti perché abbiano buon senso e si adattino ai piccoli disagi cui si è chiamati, poiché sono indispensabili per tutelare la salute di tutti.

Ciascuno deve fare la sua parte, solo uniti infatti si potrà andare lontano e uscire da questa difficile situazione.