Terremoto Filippine: vivi estratti dalle macerie, sale numero morti!

Terribile terremoto: si cercano superstiti

La terra trema vicino la capitale Manila

Violento terremoto nelle Filippine: decine le segnalazioni di crollo di edifici, oltre 50mila sfollati e si cercano ancora superstiti tra le macerie!

Un terremoto di magnitudo 6.1 ha violentemente scosso la zona del nord delle Filippine, già duramente colpito da diverse calamità naturali negli ultimi anni. La stampa internazionale racconta di oltre dieci morti già accertati ma numero in continuo aggiornamento anche a causa delle difficoltà di raggiungere i superstiti al di sotto delle macerie.

Nella notte estratto un uomo vivo tra le macerie mentre i soccorritori stanno lavorando senza sosta per raggiungere altri superstiti che stanno chiamandoli da sotto. Straziante la corsa contro il tempo: tra poco saranno passate quasi 24 ore ed il rischio di ipotermia è concreto.

I soccorsi stanno lavorando a pieno regime per cercare di salvare il maggior numero di persone possibili. 

Nel frattempo le autorità hanno emanato l’ordine di evacuazione da un’area piuttosto importante e popolosa intorno la capitale, attualmente sembrerebbero essere oltre 50mila gli sfollati!

Il sisma è stato molto violento e ha causato danni ingenti alle strutture e infrastrutture dell’area. Un video divenuto virale sul web mostra come l’acqua di una piscina all’attico di un grattacielo della cattedrale sia stata rovesciata sulla strada dalle vibrazioni del palazzo, fortunosamente non crollato.

I soccorsi sono resi difficoltosi anche dalla notte che è sopraggiunta poco dopo la fine della scossa (avvenuta intorno le 17.11 ora locale). La stampa ha riportato che dalle macerie sono udibili voci di richiamo di aiuto da parte di persone intrappolate.

Gli enti di studio filippini al momento hanno escluso la possibilità della creazione di uno tsunami.

Potrebbe interessarti...