histats.com

Riabilitazione intensiva: invasione digitale, parte la rivoluzione robotica. Pazienti soddisfatti.

Riabilitazione intensiva: invasione digitale, parte la rivoluzione robotica. Pazienti soddisfatti.

🔴 👉 Villa Bellombra: rivoluzione robotica in Emilia Romagna. In riabilitazione intensiva parte la fase più tecnologico dell’assistenza sanitaria.

L’Ospedale Villa Bellombra già leader nella riabilitazione intensiva, si dota della più innovativa apparecchiatura robotica progettata dall’azienda svizzera HOCOMA. Accanto ad ARMEO SPRING, utilizzato in struttura da più di 10 anni, arrivano ARMEO POWER per la riabilitazione dell’arto superiore e della mano e LOKOMAT PROper il recupero del cammino.

Un investimento “rivoluzionario” nel campo riabilitativo di cui Villa Bellombra è riferimento per i cittadini bolognesi e dell’ Emilia Romagna. 

L’esperienza robotica consolidata e i nuovi investimenti realizzati daVilla Bellombra, ospedale privato accreditato con il SSN, rivoluzionano il mondo della riabilitazione in Emilia Romagna. La struttura si conferma l’unica, a Bologna e in tutta la Regione, ad avere una dotazione così all’avanguardia composta daARMEO SPRING, ARMEO POWER eLOKOMAT PRO.

Tre macchinarimessi a punto daHOCOMA tra i più innovativi al mondo che hanno la capacità di aumentare e misurare i livelli di recupero funzionale nel trattamento riabilitativo.

Armeo Spring è l’esoscheletro in uso da un decennio a Villa Bellombra. A questo si affiancano Armeo Powerper la riabilitazione degli arti superiori e della mano e LokomatProil robot più utilizzato al mondo per la riabilitazione degli arti inferiori.

Se gli studi in letteratura attestano l’efficacia della riabilitazione robotica in specifici campi d’intervento, in particolare quello neurologico, a Villa Bellombra l’impiego dei robot avviene ormai quotidianamentein pazienti affetti da deficit di forza e di performance dell’arto superiore.

Armeo Spring e Armeo Powercosì come Lokomat Pro, sono supporti robotici che integrano e supportano il lavoro dei fisioterapisti nella riabilitazione di pazienti colpiti da ictus o altre patologie neurologiche.Rispetto al trattamento tradizionale, la ricerca clinica dimostra che un tipo di riabilitazione, frequente e intensa come quella robotica consente un recupero funzionalee “misurabile” delle capacità.

Lo svolgimento degli esercizi attraverso simulazioni e giochi, in un ambiente di realtà virtuale, motiva inoltre il paziente favorendone la performance.

Con l’acquisto dei due nuovi macchinari Villa Bellombra, con una storia quasi centenaria ed un’attenzione particolare alla ricerca scientifica e all’innovazione, si conferma centro di riabilitazione intensivaad alta tecnologia.

Vediamo nel dettaglio i robot frutto della ricerca HOCOMA:

  • LOKOMAT PRO© with FreeD: il robot per il recupero del cammino

E’ un esoscheletro, un robot indossabile. Si compone di due ortesi controllate da un software, da tapis roulant con barre laterali, un sistema robotizzato di sgravio corporeo e uno schermo virtuale sul quale il paziente può seguire l’andamento del proprio movimento.Il robot consente un allenamento in modo ripetitivo e massimale per pazienti affetti anche da gravi patologie neurologiche.

Aumenta le potenzialità di recupero della deambulazione in caso di paraplegia (paralisi di entrambi gli arti inferiori) tetraplegia(paralisi di tutti e 4 gli arti) emiplegia(perdita della motilità volontaria di una metà del corpo) qualunque sia l’eziologia: esiti di stroke, microlesioni, sclerosi multipla, malattia di Parkinson, lesioni midollari, gravi lesioni cerebrali acquisite.

Il macchinario registra parametri importanti, quali la velocità, la frequenza e la lunghezza del passo, offrendo così al medico e al paziente stesso di valutare i risultati e la loro evoluzione a partire dal momento zero. Inoltre favorisce altri benefici quali il miglioramento della coordinazione e dell’equilibrio, il mantenimento di elasticità muscolare e della postura eretta.

  • Armeo Power© e Armeo Spring©

Armeo è un esoscheletro composto da braccio robotizzato, una colonna elettrica di sollevamento che permette la regolazione dei vari parametri anatomici adattandosi ad ogni singolo paziente ed uno schermo con realtà aumentata.

Armeo Spring è stato il primo esoscheletro robotizzato ad essere utilizzato a Villa Bellombra nel trattamento di pazienti affetti da esiti di ictus, lesioni cerebrali o disturbi neurologici che ne compromettono la funzione dell’arto superiore.

Il robot, progettato per la fase iniziale di trattamento in quei pazienti con gravi limitazioni di movimento, permette una riabilitazione precoce.

Consente di registrare l’esecuzione degli esercizi svolti documenta il progresso terapeutico del paziente.

Armeo Power consiste in un esoscheletro a sei gradi di libertà dotato di speciali motori controllati da sensori costruito per ospitare gli arti superiori e la mano. Un monitor ed un software dedicati permettono di mantenere il controllo del momento terapeutico. Tra gli obiettivi: migliorare la mobilità e aumentare l’ampiezza del movimento.

Armeo Power, come il resto della gamma Armeo, si adatta alle caratteristiche della persona e permette di eseguire lo schema cinetico dell’arto superiore in modo fisiologico nel rispetto della patologia trattata.

In tutti e tre i casi il potenziale clinico di queste macchine è notevole poiché esse possono, da un lato, coadiuvare il fisioterapista nel somministrare la terapia motoria ritenuta più adeguata per ogni paziente, in modo preciso e ripetibile, e dall’altro, acquisire informazioni quantitative sul movimento del paziente stesso.

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394