Pubblicità

Restrizioni da Coronavirus: prime multe in tutta Italia, identificati 25.000 furbetti del weekend. A Prato fermata una prostituta con il cliente.

Coronavirus: mentre in Italia si vive le prime ore di zona rossa senza confini grazie alle misure del governo, scattano le prime multe ai danni di furbetti e incoscienti senza valida motivazione per circolare.

Coronavirus: Cosa si può fare e cosa non si può fare fino al 3 aprile. Ecco il modulo per circolare.

Già nelle prime ore della zona rossa senza confine erano scattati i primi controlli su auto circolanti e passanti, nonostante fosse falsa la notizia che in entrata e uscita delle città sarebbero stati organizzati posti di blocco predefiniti.

L’ottimo lavoro delle Forze dell’Ordine sta contribuendo a far rispettare le regole.

Intanto stanno venendo identificati i 25.000 furbetti che nel weekend hanno lasciato il Nord per scappare a casa, tramite treno, autostrade (utile telepass e telecamere ai caselli) e altri mezzi pubblici quali bus a lunga percorrenza.

Caso curioso di cronaca: a Prato, in Toscana, un uomo e una prostituta sono stati fermati e multati perchè non in possesso di validi motivazioni per circolare. Stessa dinamica a Busto Arsizio, in provincia di Varese.