histats.com
venerdì, Settembre 17, 2021
Pubblicità
HomeCronacaSanitàPandemia Covid: servono ulteriori indagini per capirne l'origine, ma noi lo avevamo...

Pandemia Covid: servono ulteriori indagini per capirne l’origine, ma noi lo avevamo già detto.

Sono ancora necessarie ulteriori indagini per determinare l’origine della pandemia? Noi lo avevamo già detto.

Dopo le polemiche del 1 aprile u.s. [1] sulla missione dell’Oms in Cina per risalire all’origine del Covid, ove era evidente una insoddisfazione del direttore generale dell’agenzia specializzata delle Nazioni Unite sulla disponibilità a cooperare degli esperti cinesi, che a quanto pare si siano rifiutati di fornire i c.d. “dati grezzi” sui primi casi di COVID-19, complicando il lavoro per risalire all’origine della pandemia, una lettera pubblicata su Science il 14 maggio 2021 firmata da 18 scienziati di fama internazionale [2], ripropone l’apertura verso l’eventualità di una genesi artificiale del virus che ha innescato la pandemia che da più un anno sta affliggendo l’umanità.

Un autentico “colpo di scena” che comprovi che a quanto pare non basti avere una mente scientifica brillante a sufficienza per capire che quando si insista a giocare con il fuoco ed interpretare forse troppo disinvoltamente il ruolo di un Dio, alla fine, similmente a quanto parodiato da Jim Carrey nel noto film del 2003 “Bruce Almighty”, non soltanto ci si scotti, ma si faccia anche scottare tutti gli altri …

Servono quindi lettere di scienziati rinomati che arrivino però in forte ritardo rispetto ad intelligenze non blasonate … frattanto però i buoi sono scappati e forse si sono anche persi per sempre.

Qui ad Assocarenews, oltre ad aver già sollevato i giusti interrogativi [3], continuiamo a porci una domanda fondamentale, alla Sherlock Holmes: è da ritenersi «estremamente improbabile», come riferiva il team della stessa Oms, che gli esperimenti resi noti dal Tg3 Leonardo nella puntata del 16.11.2015 (in tempi quindi davvero “non sospetti”), esperimenti fisicamente eseguiti a pochi kilometri di distanza dall’iniziale epicentro epidemico di Wuhan, non abbiano avuto proprio nulla a che vedere con la pandemia che, giusto caso, coinvolga la medesima forma virale in questione; pandemia successivamente nota come covid-19?

Frattanto, senza altri retorici interrogativi possiamo continuare a stupirci del fatto che 18 scienziati di fama internazionale, con «competenze pertinenti», fin’ora abbiano evitato di mostrare apertamente le loro perplessità rispetto ad un comportamento dell’Oms più che legittimamente criticabile, anche ricordando la difficoltà che la stessa organizzazione internazionale avesse anche solo a caratterizzare il fenomeno nato nel 2019, esploso nel 2020 ed ancora non conclusosi, denominandolo quale “pandemia”…

Ma la cosa più sconvolgente è che, malgrado l’autorevole odierno intervento degli autori della lettera divulgata, si continui a parlare in modo disgiunto da una parte di una ricaduta zoonotica da un ospite intermedio, e dall’altra di un incidente di laboratorio, escludendo anche soltanto in via ipotetica (la scienza si basa sulla curiosità e sulle ipotesi, anche quelle più inconsuete) che le due circostanze abbiano potuto coesistere, laddove non è escludibile – lo ha ampiamente dimostrato la rapidissima escalation delle forme virali varianti della principale che ha contagiato l’umanità –

che quella eventualmente “sfuggita” dal laboratorio abbia

infettato per prima una qualsivoglia forma animale diversa dall’uomo!

 

D’altra parte risulta iconicamente perplimente che solo ora ci si infervori: «i laboratori di ricerca devono aprire i propri archivi al pubblico» … «Gli investigatori dovrebbero documentare la veridicità e la provenienza dei dati» [4]… dopo che probabilmente la “pistola fumante” del luogo del delitto … – laddove ancora esistente e rinvenibile – non sia più così fumante …

Nella attesa degli esiti di tali ulteriori «analisi e conclusioni … da esperti indipendenti», proponiamo una nuova perplessità ai lettori di Assocarenews: Sapere come è emerso COVID-19, e determinare l’origine della pandemia sarà pure «fondamentale per informare le strategie globali per mitigare il rischio di future epidemie», ma nel caso si accerti l’ipotesi di incidente di laboratorio … certamente si scatenerebbe un contagio parallelo ed altrettanto – o forse anche più difficile – da risolvere: quello delle responsabilità …

Responsabilità di caratura mondiale, probabilmente anche più consistenti di quelle delle due guerre mondiali aggregate, o di fallocratici programmi spaziali tutt’ora perseguiti da nazioni forse troppo “emergenti” …

Ecco perché forse è una verità, quella sul COVID-19, che sarà per sempre messa a tacere.

[1] http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=94226

[2] https://science.sciencemag.org/content/372/6543/694.1

[3] https://www.assocarenews.it/primo-piano/l-editoriale/coronavirus-una-improbabile-verita

[4] http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=95577

Dott. Calogero Spada
Tecnico Sanitario di Radiologia Medica (Bari, 1992), perfezionato in Neuroradiologia (Bari, 2001), Laureato Magistrale (Pavia, 2015), Master II liv. in Direzione e Management (Casamassima – BA, 2017) e di I liv. in Coordinamento (Castellanza – VA, 2011); dal 2017 guest blogger e web writer in sanità.
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394