Pubblicità

Coronavirus: a Firenze il gel mani viene spacciato come droga. Si parte da 50 euro al litro.

Coronavirus: la psicosi a Firenze ha modificato il mercato dello spaccio.

Ci viene segnalato da diversi lettori una situazione assurda: lo spaccio di gel per le mani. Dalle informazioni raccolte lo scambio illegale si verificherebbe alla fermata tramvia di piazza Paolo Uccello ma anche nei diretti dintorni.

La zona è già stata teatro di cronache legate allo spaccio di droga ma stupisce lo stesso questo cambio di offerta.

Il gel venduto sarebbe di due tipi: quello “anonimo” che costa 4 euro a bottiglietta (sembrerebbe da 80ml) e quello amuchina da 8 euro a bottiglietta.

Oltre all’illegalità si presenta così anche un altro pericolo, quello microbiologico: i gel proposti in bottigliette anonime non recano etichetta e quindi potrebbero essere inutili contro il contagio. Inoltre è opportuno ipotizzare che possano trattarsi di gel “tagliati” ovvero mescolati con altri gel di altra natura molto meno costosi.

Il caso è stato opportunamente segnalato alla Polizia di Stato.

Coronavirus: gli sciacalli sul web vendono igienizzante mani e mascherine più dell’oro.