Epimind: valorizzare abilità pazienti psichiatrici attraverso umanizzazione cure.

Iniziativa a cura dell’Azienda Sanitaria Locale di Teramo. I Pazienti psichiatrici sono persone.

Prosegue lo sviluppo del progetto Epimind, realizzato dalla ASL di Teramo in collaborazione con l’associazione Soroptimist, con una serie di eventi organizzati presso la RSA Psicogeriatrica di c. da Casalena al fine sensibilizzare e promuovere l’umanizzazione del percorso di cura valorizzando negli ospiti (tra cui molti pazienti “ex manicomiali” le abilità residue). La centralità del paziente psichiatrico nell’ambito del processo assistenziale, con particolare attenzione a coloro che hanno esperienza manicomiale provenienti dall’Ospedale di Sant’Antonio Abate, è stato finora il perno di tutte le iniziative messe in campo dal progetto.

E’ proprio sulla scia di questo percorso, dopo la musicoterapia con la Coreografa Sara Pischedda, l’ortoterapia con la fattoria didattica “il Bruco” di roseto e  la cromoterapia con la C.R.I. di Teramo, Domenica 30 giugno alle 15.30 si è svolta nella Residenza Sanitaria Assistenziale la santa messa celebrata dall’Arcivescovo della Diocesi di Teramo – Atri Monsignor Lorenzo Leuzzi e il concerto con il Conservatorio Statale di musica G. Braga per allietare il pomeriggio degli ospiti  e stimolare un momento di condivisione e di relazione terapeutica).

Attività artistiche di terapia e socializzanti abbinate ad un contesto spirituale religioso in presenza del Vescovo per le persone con disabilità, hanno caratterizzato la Domenica pomeriggio della RSA Psicogeriatrica di Casalena offrendo agli ospiti una presa in carico autentica in sinergia con il percorso terapeutico assistenziale assicurato dalla professionalità dei medici e degli infermieri.  Con l’ortoterapeutaun ospite si è attivato e ha riconosciuto tutti i profumi delle piantine che stava piantando. I cromoterapeuti non hanno trovato alcuna resistenza in molti ospiti a colorare le mani, le braccia e il viso.
Il risveglio emotivo attraverso i sensi è stato giudicato dagli esperti molto interessante e da studiare approfonditamente. La presidente del club Soroptimist, Stefania Nardini, e la psicoterfetapeuta Italia Calabrese, coordinatore scientifico del progetto, ringraziano la Asl e i responsabili del progetto Dr. Profeta responsabile RSA, Dr Muttillo Dirigente Professioni Sanitarie e Dr. Pannelli Coordinatore infermieristico per la riconosciuta competenza  e tutte le associazioni di volontariato che con spirtito umanitario hanno accettato di entrare in cordata (la coreografa Chiara Pichedda, la fattoria il Bruco con Bruno Petrini,) l’ortoterapeuta Carlo de Laurentiis, la Croce Rossa italiana nella persona di Luigi Valentini e il ‘Braga per il sociale’.

Potrebbe interessarti...