Pubblicità

Coronavirus: un vaccino contro la temibile epidemia che sta terrorizzando il mondo intero. Pronto in tempi record, è corsa contro il tempo.

Coronavirus: ecco il vaccino. Come riporta la BBC, mentre i ricercatori australiani sono stati i primi a replicare il virus in vitro, riguardo al vaccino sono stati appena battuti sul tempo dagli stessi cinesi.

Arrivata da poche ore la notizia: è stato il professore Yuen Kwok-yung, cattedra di Malattie infettive dell’università di Hong Kong, ad aver sviluppato il vaccino per il Coronavirus di Wuhan.

Il team di Yuen ha modificato il vaccino antinfluenzale, sostituendo gli antigeni di superficie con quelli appartenenti al Coronavirus.

I ricercatori hanno coltivato in vitro il virus e tramite sostanze chimiche e radiazioni lo hanno reso inattivo, da poterlo usare per creare un vaccino virale inattivato.

Troppo presto per cantare vittoria, però!

Perché il vaccino sia disponibile per la popolazione dovrà passare un anno, nelle migliori delle ipotesi.

In primis il vaccino dovrà esser testato su un animale, rilevare la risposta immunitaria e le possibili complicanze o variazioni, solo in seguito si potrà esporre l’animale al virus.

In base a come l’animale risponderà al virus, se la risposta immunitaria si attiva in modo adeguato, il vaccino verrà testato su un gruppo più ampio di specie animali, per poi in seguito passare a trial clinici sull’uomo.

Intanto la pandemia cresce!

Coronavirus Cina: è pandemia. 12.000 infetti, 259 morti, 2 casi in Italia.