Pubblicità

Coronavirus, mascherine vendute con un ricarico del 6000%. Operazione della Guardia di Finanza sequestra beni per 200mila euro!

Coronavirus: mentre l’Italia sta vivendo la forte crisi sanitaria continuano le attività commerciali degli sciacalli, ovvero coloro che immettono nel commerci beni richiesti a prezzi esorbitanti.

Dopo lo scandalo del commercio online denunciato anche da AssoCareNews.it nelle ultime ore si è assistito ad un’altra grande operazione della Guardia di Finanza di Bari.

Il commercio furbesco aveva infatti ricaricato di circa il 6000% il prezzo delle mascherine chirurgiche, prodotto di cui c’è grande rischiesta in questi ultimi giorni.

L’operazione ha permesso il sequestro di prodotti per 200mila euro, un’enormità visto il costo minimo di ognuno di questi.

DPI Coronavirus: quali sono quelli giusti per proteggere sè e gli altri?