Pubblicità

Coronavirus: quarantena da 14 a 28 giorni. Già annunciato in Lombardia, il raddoppio del periodo sarà presto previsto nelle altre Regioni d’Italia.

Coronavirus: la quarantena presto non durerà più 14 giorni ma arriverà a 28.

La prima Regione ad allungare il periodo è stata la Lombardia ma all’adozione sono pronte già altre amministrazioni regionali.

Ad annunciare la decisione è stato Giulio Gallera, assessore lombardo al Welfare, che ha così spiegato a cittadini e stampa: “Sta uscendo una linea guida che prevede che la quarantena duri fino al 3 maggio. Chi è a casa dal lavoro avrà un certificato dal medico di allungamento della quarantena fino al 3 maggio. I 14 giorni servono per vedere se compaiono i sintomi, ma molte persone poi sono ancora positive quindi a garanzia di tutti allunghiamo il periodo. L’idea, poi, è di fissarlo a 28 giorni in via definitiva”.

Una mossa coraggiosa, vedremo se fruttifera. Intanto altre Regioni ci stanno pensando e l’esempio sembra sarà seguito con diffusione a macchia d’olio.

I dati che giornalmente vengono diffusi dalla Protezione Civile sembrano in miglioramento ed è proprio questo il momento di stringere un giro di vite contro il virus, come ha ribadito il Primo Ministro Giuseppe Conte nel suo discorso di annuncio del prolungamento delle restrizioni fino al 3 maggio.

Il Veneto, il Piemonte e la Sicilia ne starebbero già discutendo e altre Regioni sono in procinto di sedersi per discuterne proprio con il Governo.

Delicate anche le situazioni di Puglia e Campania.

La prima dopo gli eventi del gargano che hanno manifestato falle nella gestione politica della vita pubblica, mentre nella Regione governata da De Luca sono già in essere misure più severe.

Coronavirus. Numero dei nuovi contagi e delle guarigioni regione per regione, provincia per provincia.