Pubblicità

Coronavirus: la cura contro il virus è nel siero dei sopravvissuti. Scienza e clinica confermano.

Coronavirus: studio scientifico e clinica empirica giungono allo stesso risultato.

La cura al virus infatti sarebbe stata identificata nel siero delle persone che hanno lo hanno sconfitto. Ecco i risultati che arrivano alla stessa conclusione.

Scienza.

Lo studio scientifico, pubblicato su Nature ha coinvolto 285 pazienti con un risultato inequivocabile.

Il 100% di loro ha sviluppato anticorpi IgG verso il virus.

Questo permetterebbe l’utilizzo del plasma delle persone guarite per emotrasfusioni, al fine di permettere ai sistemi immunitari di persone malate di ottenere le immunoglobuline necessarie a sopravvivere.

Non solo, da queste IgG è possibile sviluppare vaccini efficaci.

Clinica.

Come scrivevamo, è possibile iniettare il plasma tramite emotrasfusione da un soggetto guarito a uno ancora malato.

E proprio questo tipo di trattamento sta venendo condotto in alcuni ospedali del Nord Italia (Novara, Pavia, Veneto) con risultati ottimali.

Si registrano infatti le prime dimissioni ed “i miglioramenti avvengono già dalla prima somministrazione” come ha affermato recentemente Giustina De Silvestro, direttrice del centro immunotrasfusionale dell’AOU Padova.

Ci siamo, quindi.

Le prove ci sono tutte: nei prossimi giorni si prevedono adozioni di questi nuovi approcci di trattamento, nella speranza di arrivare alla mortalità 0 almeno in ospedale.

La cura è vicinissima e si trova nel plasma.