province lockdown coronavirus covid19 zona
Pubblicità

Walter Ricciardi: Lockdown mirati, ora o mai più. Sono sette le province attualmente a forte rischio.

Le parole esplicite di Ricciardi e quelle fra le righe del premier Conte fanno tremare le province italiane.

I dati del Coronavirus non migliorano e, anzi, precipitano giorno dopo giorno. Se da un lato vi è una difficoltà epidemiologica con numeri di positivi molto alti, dall’altra ci sono province e Regioni le cui aziende sanitarie sono già in forte sofferenza.

Le parole di Ricciardi: unica soluzione è il Lockdown.

Walter Ricciardi, consulente presso il ministero, si è così espresso quest’oggi:

“Un’epidemia si combatte con i comportamenti delle persone e con il tracciamento, ma quando vai oltre 10.000-11.000 casi e non riesci più a tracciare e allora devi contenere.

In certe situazioni ormai il contenimento necessario è tale che deve essere fatto un lockdown, mirato ma deve essere fatto”.

Parole inequivocabili che preannunciano una situazione già ripresa più volte dal nostro quotidiano: il lockdown, con queste tendenze è ogni giorno più irrinunciabile.

Da Nord al Sud: sette province tremano.

Secondo le logiche epidemiologiche, attualmente sono 7 le province in forte probabilità di lockdown circoscrizionale.

Questa evenienza tuttavia non esclude la decisione di circoscrivere comuni o gruppi di comuni, come già successo in primavera con un discreto successo.

Secondo un rapporto fra indice di tamponi positivi, crescita del valore assoluto degli infetti e possibilità nella gestione dell’emergenza sanitaria ospedaliera, le province preoccupanti risultano essere:

  • Napoli;
  • Frosinone;
  • Catania;
  • Varese;
  • Perugia;
  • Monza;
  • Sassari.

Non solo loro, le altre province da monitorare.

Non sono soltanto queste ovviamente, ricordiamo che nel calcolo sono ponderate le possibilità di cura e di attuale saturazione del sistema ospedaliero e socio sanitario.

Sulla prospettiva della tendenza attuale, sono anche altre le province da monitorare nei prossimi 14 giorni:

  • Roma;
  • Milano;
  • Firenze;
  • Caserta;
  • Cuneo;
  • Foggia;
  • Genova;
  • Vicenza.

Vedremo nelle prossime 48 ore cosa sarà deciso, intanto anche il Bollettino di oggi non lascia intendere niente di buono.