Pubblicità

Paziente simula 110 malori per anticipare la pensione. Infermieri e Medici del Pronto Soccorso: siamo esasperati!

Se pensate di avere un paziente “noto”, la storia di Cesena ha qualcosa che vi farà sentire fortunati.

Ha “male al cuore”. Ma quando viene visitato non emergono mai patologie. Continua però a farsi trasportare in ambulanza con regolarità disarmante al pronto soccorso del Bufalini. Da quale viene poi dimesso.

Adesso sono state svolte delle indagini sommarie. Il sospetto è che quest’uomo, di origini straniere, 55enne ma residente da tantissimo tempo a Cesena, stia cercando di farsi refertare in maniera da anticipare di un paio d’anni la pensione. Lavora in un comparto usurante come quello della manutenzione e della pulizia delle strade.

Negli ultimi 12 mesi i vari pronto soccorso della Romagna (prevalentemente il Bufalini ma non solo) ne hanno registrato per 110 volte l’accesso. Quelle in cui è stato dimesso con un referto di sia pur mini a prognosi per la guarigione si contano però sulle dita di una mano.

Come riporta CorriereRomagna.it, l’ultimo impegno per il personale del 118 e del Bufalini quest’uomo lo ha “regalato” nella giornata di giovedì. Al mattino ha chiamato una prima volta il 118, tenendosi il petto e dicendo che aveva “male al cuore” ed è stato trasportato in urgenza al pronto soccorso dell’ospedale cesenate.

Dove è stato sottoposto, naturalmente, a tutti gli accertamenti necessari per capire che… Nulla di patologico fosse in atto in lui. Era stato trattenuto comunque in via precauzionale sotto osservazione. Ma attorno alle 16 medico ed infermieri del pronto soccorso lo hanno dimesso “spiegandogli” che non aveva nessun motivo di restare lì.