Pubblicità

OSS: Sono dislessica lievemente ma ho paura di dirlo a lavoro.

B., OSS parmense, ci scrive della sua difficoltà: ammettere di essere dislessica. Il problema nasce anche grazie ad un ambiente lavorativo poco accogliente.

“Gentile redazione di AssoCareNews.it,

vi scrivo per raccontare la mia paura più grande: ammettere la mia dislessia, seppur lieve, a lavoro.

Non inciampo troppo spesso con la lingua ma a volte succede e faccio la sbadata e ci rido. Il guaio è quando non me ne accorgo.

La fortuna è che si corre così tanto che tanti non se ne accorgono nemmeno.

Lavoro a Parma e nel mio reparto l’atmosfera fra noi è brutta.

Alcuni amici ne ho, come tutti, ma non mi sento libera lo stesso.

Ho paura che mi prendano di mira.

Anche al concorso non mi sono avvalsa del “vantaggio” che riservavano alle persone con diagnosi tipo la mia.

Non me ne vergogno ma ripeto che è la gente che lavora con me che non mi fa star tranquilla.

Grazie di ascoltarmi.

B.”.