histats.com
giovedì, Ottobre 21, 2021
Pubblicità
HomeOperatori Socio SanitariOSS: pochi soldi e orari impossibili. Tutti i contratti di lavoro peggiori...

OSS: pochi soldi e orari impossibili. Tutti i contratti di lavoro peggiori del settore privato.

OSS: pochi soldi e orari impossibili. Ecco tutti i contratti peggiori offerti nel settore privato agli operatori socio sanitari in cerca di lavoro.

OSS destinati a pochi soldi e orari impossibili?

L’articolo di ieri sera (leggi qui) ha portato tantissimi nostri lettori a inviarci le offerte ricevute. Le abbiamo raccolte, abbiamo contattato i mittenti e abbiamo deciso di pubblicarne una selezione.

Pochi soldi.

In tantissimi ci hanno segnalato retribuzioni orarie al di sotto delle tabelle dei vari contratti nazionali. La più assurda è 670 euro per un part time a 24 ore (6,45 euro/ora).

Soldi a nero.

Ci arriva dalla provincia di Messina la segnalazione di un’offerta di part time a 20 ore, con l’aggiunta di ore a nero fino ad arrivare a 36 ore settimanale. Con l’ombra, per le ore “extra” di dinamiche di caporalato.

Orari impossibili.

Altri lettori, oltre alla lettera di ieri sera, ci hanno inviato segnalazioni sull’orario “spezzato”, ovvero la pausa dopo aver messo a letto gli ospiti nel primo pomeriggio. Ci arriva da Torino la segnalazione di una RSA in cui il turno notturno è dalle 18 alle 04:30. Vicino Roma invece esiste l’OSS a chiamata: in turno vi sono due oss con 24 pazienti ma possono contare su un reperibile a girare fra il personale.

Un altro collega ligure ci segnala l’offerta lavorativa rifiutata in cui si proponevano solo turni notturni, 4 a settimana.

Assunzione come lavoratori stagionali.

Dalla provincia di Firenze e dalla provincia di Venezia ci arrivano due segnalazioni con la stessa matrice: invece di essere assunti come OSS, si propone contratto stagionale come cameriere. A Venezia questo è “possibile” a causa del bar della struttura. A Firenze grazie a due ospiti autonomi che garantiscono la possibilità di essere in regime di residenza senza assistenza sanitaria.

Ovviamente invitiamo i colleghi a scriverci, ma non senza esporre anche denuncia in merito. La stampa ha un ruolo importante ma abbiamo altre istituzioni preposte per fare giustizia e far cessare questo fenomeno svilente.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394