Pubblicità

Un Operatore Socio Sanitario inserisce un Catetere Vescicale ad Paziente in emergenza durante il turno di notte. L’Azienda non lo denuncia, protestano Infermieri. “Autorizzato” dalla Guardia Medica.

Un Operatore Socio Sanitario è stato costretto ad inserire un CV ad un Paziente di notte per globo vescicale e forti dolori all’addome. Ha seguito procedura con la guida telefonica della Guardia Medica. Protestano gli Infermieri, mentre l’Azienda socio-sanitaria ha deciso di non richiamarlo dal punto di vista disciplinare perché ha trasgredito le regole per salvare un Assistito in difficoltà.

E’ accaduto in una Casa di Riposo nelle Marche, che non prevede la presenza di Infermieri di notte. Protagonisti diretti un OSS, un Paziente e la Guardia Medica, impossibilitata ad intervenire per la concomitanza di chiamate e di richieste d’aiuto. Anche il Servizio 118 era incredibilmente al collasso, oberato da numerosissime chiamate.

L’Operatore Socio Sanitario aveva allertato i medici della continuità assistenziale per i forti dolori all’addome riferiti dal Paziente e verificati con una scala del dolore (NRS) che dava valori superiori a 7. L’ospite si contorceva su se stesso ed era in preda ad uno stato di ansia e mostrava profusa diaforesi. A quel punto, impossibilitato ad intervenire il Medico ha chiesto la collaborazione dell’OSS e gli ha indicato praticamente come eseguire la procedura e utilizzare correttamente un Kit sterile per il cateterismo.

L’operatore ha eseguito alla lettera la procedura, che aveva già visto fare agli Infermieri. Una volta inserito il CV la sacca si è immediatamente riempita e l’uomo ha smesso di essere agitato e di accusare dolore. Ha poi scritto tutto in consegna e ha invitato il Medico a recarsi comunque in struttura. Dopo due ore il professionista ha così potuto visitare l’ospite, verificando che il catetere era perfettamente in sede e che il Paziente non aveva subito danni.

L’OSS l’indomani mattina si è presentato spontaneamente in Direzione auto-denunciandosi. Ne è seguita una lunga discussione, che ha poi portato al “perdono” e al non avvio di alcun procedimento disciplinare. L’operatore ha agito nell’interesse del Paziente.

Non la pensano così gli Infermieri, che ora sono sul piede di guerra per quello che è un vero abuso di professione. Di più non sappiamo, ma vi terremo aggiornati sugli sviluppi della querelle.

Gli Infermieri hanno paura a denunciare apertamente l’accaduto all’Ordine perché precari.

Ecco la procedura esatta. Ad appannaggio esclusivo di Medici e Infermieri. E’ vietato all’OSS.

Catetere Vescicale: il posizionamento. Tra manovre infermieristiche e apporto dell’OSS.

Anche un Fisioterapista è stato sospeso per aver inserito un CV ad un Paziente.

Fisioterapista posiziona Catetere Vescicale a Paziente. Sospeso. Non era suo compito, ma dell’Infermiere.

Se avete storie simili da raccontarci scrivete pure a [email protected].