Pubblicità

All’Ospedale di Cervia i lavori di ampliamento sono in stato avanzato. Prima di Natale sopralluogo di amministratori AUSL e politici. Circa 2,3 milioni di euro gli investimenti da utilizzare.

Proseguono i lavori all’Ospedale di Cervia, mirati ad offrire un assetto sempre più accogliente a pazienti ed utenti. Il punto della situazione è stato fatto ieri mattina col sindaco di Cervia Massimo Medri, l’assessore ai Servizi sanitari Bianca Maria Manzi, il Direttore generale Marcello Tonini, il direttore medico del presidio Paolo Tarlazzi, il direttore del Distretto Roberta Mazzoni e altri professionisti e operatori della struttura (nelle foto allegate); incontro che è stato anche occasione per rivolgere agli operatori gli auguri per le Festività Natalizie.

Procedendo con ordine. Nel corso del 2018 sono stati completati i lavori di totale rifacimento edile e impiantistico del Punto di Primo Intervento per un importo complessivo di circa 450.000 euro, cui si aggiungono i lavori edili ed impiantistici per l’installazione del nuovo apparecchio radiologico, per un importo di circa 120.000 euro.

Nel corso del 2019 è stata completata la camera calda e conseguentemente un consistente intervento di modifica della viabilità nell’area limitrofa che ha previsto anche il rifacimento delle fognature e di tutta l’illuminazione, la realizzazione dei percorsi pedonali, del parcheggio di fronte alla sede AVIS e la realizzazione di nuova centrale ossigeno. Importo dei lavori, che hanno compreso anche un nuovo ingresso del Punto di primo intervento e il condizionamento degli ambulatori al piano terra, 585.000 euro.

Sono in fase di completamento i lavori di efficientamento energetico che comprendono installazione di un nuovo generatore di calore a condensazione, impianto di cogenerazione ad alto rendimento, sostituzione di infissi e illuminazione a led, per una spesa di circa 400.000 euro, in parte finanziati da fondi Regionali. Complessivamente l’intervento garantirà una riduzione delle emissioni di 88 tonnellate di anidride carbonica l’anno, corrispondente all’eliminazione dalle strade di oltre 50 autovetture. Stanno procedendo anche l’adeguamento dell’impianto elettrico e la tinteggiature degli ambulatori al primo piano per ulteriori 50.000 euro.

Corposo anche il programma degli interventi per il 2020. Contempla i lavori riguardanti la strada prospiciente l’ingresso con fognature, illuminazione, percorsi ciclo pedonali, parcheggio, sbarra e segnaletica stradale al fine di migliorare lo stato attuale della viabilità (importo di queste opere circa 60.000 euro). Inoltre la realizzazione dei lavori di adeguamento edile ed impiantistico della radiologia, propedeutici anche all’installazione di impianti di condizionamento d’aria, per un importo complessivo di circa 250.000 euro. Infine la costruzione della nuova cabina elettrica per un importo di 400.000 euro. L’importo dei soli lavori edili negli ultimi tre anni è di oltre 2,3 milioni di euro.

Il direttore generale Tonini ha ribadito che l’impegno per erogare servizi sanitari adeguati ed appropriati in tutti i territori sarà sempre perseguito col massimo impegno.

Da parte del sindaco Medri, oltre all’apprezzamento per il lavoro svolto dagli operatori, è stato espresso l’intendimento di accrescere sempre più la già esistente collaborazione tra Ausl e l’Amministrazione comunale: “Saremo presenti al vostro fianco in tutto quanto sarà fatto per migliorare la qualità di questa struttura. Per la tutela dei servizi sanitari la guardia deve restare sempre alta”.