bollettino coronavirus
Infermiera in reparto Covid (Photo by Lisa Maree Williams/Getty Images)
Pubblicità

Maria, Infermiera di Rianimazione: “la Pandemia da Coronavirus questa volta è diversa, vado al lavoro con il terrore addosso”.

Maria è una Infermiera di Rianimazione e lavora in una nota azienda sanitaria del Nord Italia in piena Zona Rossa. Nel suo reparto vi sono 28 posti letto, tutti occupati da Pazienti affetti da Covid-19. La sua ultima notte è stata terrificante: “mai avrei immaginato di avere così paura, questa volta la Pandemia è peggiore di quella di marzo e gli italiani ancora non se ne sono accorti”.

Abbiamo raccolto la sua testimonianza audio, provvedendo a camuffare la sua voce per non incorrere in richiami disciplinari da parte sua. Quello che ci racconta è terrificante.

La testimonianza.

Maria è spaventata, delusa da una professione infermieristica che non è più tale, offesa da dirigenze che la trattano come un numero e che non hanno fatto nulla per riorganizzare la sanità in previsione della Pandemia ormai nuovamente in atto.

Maria è stanca, timorosa di quello che accadrà domani, sta tornando a casa, ma non sa se dormirà, non sa se anche lei, come i suoi colleghi di lavoro, è già positiva al Coronavirus.

Maria è impaurita anche per i suoi giovani colleghi neolaureati, buttati in preda ad un Coronavirus che non guarda in faccia a nessuno.

Maria ha voglia di gettare la spugna, ma non può farlo perché, nonostante l’adrenalina in ribasso, deve trovare le forse per salvare quante più vite possibili. Già c’è riuscita in passato, non sa se ci riuscirà ancora al prossimo turno.

4 COMMENTS

Comments are closed.