Pubblicità

Un gruppo di Infermieri di Prato stampa le proprie facce sulle tute anti-Covid: “così i nostri Pazienti conoscono i volti di chi li sta curando”.

Un gruppo di Infermieri impegnati quotidianamente nella guerra al Covid-19 mettono in piedi una singolare iniziativa a Prato. Stampano e incollano le foto dei propri voltosi sulle tute che indossano per proteggersi dal Coronavirus. L’idea è geniale, perché in questo modo posso rendersi “visibili” ai loro assistiti che combattono contro il virus.

E’ l’idea del team infermieristico che lavora nella terapia intensiva dell’ospedale Santo Stefano di Prato.

#iostocongliInfermieri. Mascherine a sostegno degli Infermieri infetti da Covid-19 e delle famiglie dei colleghi deceduti.

“Siamo tutti uguali, senza una faccia, senza un nome dobbiamo lavorare ed assistere i pazienti avvolti da uno scafandro, nascosti dalle tute, coperti da visiere, cuffie, calzari e mascherine. Ci manca il contatto con i nostri pazienti, costretti ad essere soli. Abbiamo pensato ad un modo per comunicare con loro anche indossando una barriera contro il contagio, per rompere le distanze e farci riconoscere” – spiegano in una nota inviata alla stampa.

“Quando ci hanno visti entrare con le tute personalizzate dalle nostre foto – racconta Beatrice Bettazzi, coordinatrice infermieristica della terapia intensiva Covid -ci hanno sorriso, qualcuno si è commosso e per noi è stato un momento che non scorderemo mai”.

Leggi anche:

Coronavirus: ecco il nostro Speciale. Tutti i giorni le ultime novità dal fronte del COVID-19.

#iostocongliInfermieri. Mascherine a sostegno degli Infermieri infetti da Covid-19 e delle famiglie dei colleghi deceduti.