Infermiera Studente: che schifo di tirocinio, non ho imparato nulla!
Infermiera Studente: che schifo di tirocinio, non ho imparato nulla!
Pubblicità

Cosa significa oggi essere una brava Infermiera? Ecco i 5 punti che possono aiutarti a capirti di più, a superare le paure e i mancati apprezzamenti e a diventare un’ottima professionista.

Essere un’infermiera a volte è incredibilmente difficile. Sei la persona che i pazienti vedono più spesso. Passi tra medici e assistiti e spesso devi spiegare le cose ad entrambe le parti. Un medico potrebbe non capire perché un paziente è arrabbiato e non è sempre probabile che un paziente capisca perché una prescrizione non è stata scritta o un test è stato o non è stato ordinato.

Molto cade sulle tue spalle. Non è un lavoro facile, ma se tu volessi un lavoro facile non lavoreresti come infermiera in questo momento. Nessuno entra in questa professione pensando che sarà una passeggiata nel parco. Tutti sono consapevoli del fatto che il lavoro avrà sfide alle quali altre professioni non dovranno mai pensare. Va bene sentirsi sopraffatti a volte.

Una cosa che puoi fare per aiutare sia i tuoi livelli di stress che i tuoi pazienti, tuttavia, è migliorare le tue capacità di difesa dei pazienti. Imparare come essere un buon sostenitore del paziente può aiutarti a sentirti meno spaventato quando sai che qualcosa non va. Può aiutarti ad aiutare i tuoi pazienti a capire cosa sta succedendo.

Ecco cinque modi per essere una grande infermiera e suggerimenti su come essere un buon sostenitore del paziente.

1. Non aver paura di parlare.

I medici si danno da fare e a volte è difficile essere colui che deve dire che è necessario fare una pausa e / o controllare qualcosa che sta succedendo. È improbabile che un medico o qualsiasi altro membro dello staff con cui lavori desideri danneggiare attivamente un paziente ma essere di fretta può indurre le persone a voler tagliare gli angoli.

Come infermiera, a volte è facile sentirsi come se dovessi lasciarlo andare. Non vuoi far arrabbiare qualcuno e se sei nuovo in ospedale o in clinica, potresti persino sentirti come se avessi torto. Ricorda che sei spesso l’ultima linea di difesa nella sicurezza di un paziente ed è bene prendere sul serio quel lavoro.

Quando hai la sensazione che qualcosa non stia andando bene, quando vedi un errore mancante in un errore medico o quando vedi un trasferimento di letto non sicuro, va bene parlare. Più lo fai, più diventa facile.

Non sei cattivo e non stai causando un problema. Stai proteggendo il tuo paziente e questo significa che stai diventando la migliore infermiera che tu possa essere.

2. Abbi fiducia nella tua educazione come infermiera.

Hai passato molto tempo per fare l’infermiera. La scuola per infermieri non è uno scherzo e anche tu hai passato ore a imparare sul lavoro. Abbi fiducia in quella educazione.

Usalo per aiutare i tuoi pazienti quando hanno domande. Se non capiscono perché un medico non ha prescritto un antibiotico, prenditi il ​​tempo necessario per educarli. Sai cosa sta succedendo.

Tuttavia, ciò non significa che dovresti andare oltre il tuo campo di applicazione. Devi solo cercare di essere un’ottima risorsa per i tuoi pazienti. Hai la possibilità di assicurarti che capiscano quali farmaci stanno assumendo e perché. Come infermiera, possiedi molte conoscenze e i pazienti hanno bisogno di tale aiuto.

Quando vedi un paziente frustrato da qualcosa che un medico ha detto, una prescrizione non scritta o anche se frustrato perché sinceramente confuso su ciò che sta accadendo, aiutalo.

Dai loro il vantaggio di ciò che sai. Prenditi il ​​tempo necessario per educare i tuoi pazienti e assicurati di aiutarli a sentirsi più sicuri della propria assistenza sanitaria.

3. Impara dai tuoi colleghi infermieri.

Hai mai visto un’altra infermiera mettere un IV come se fosse una bellissima opera d’arte? (Va bene le infermiere sono strane per quella roba, ma sai che a volte è una forma d’arte.)

Non lasciarti perdere l’opportunità di migliorare un’abilità. Se un’infermiera con cui lavori fa qualcosa di veramente buono, chiedile del suo segreto. È probabile che i tuoi colleghi infermieri abbiano alcuni suggerimenti che non hai ancora provato.

L’infermieristica non è mai una carriera in cui finirai di imparare. Chiedi semplicemente ai tuoi colleghi infermieri e imparerai qualcosa. Essendo realistici sulle aree che desideri migliorare ed essere proattivi su di esse, sarai un sostenitore migliore.

Abbi fiducia che tu e i tuoi colleghi infermieri avete molto da offrirvi. Più informazioni condividi, più sarai in grado di offrire ai tuoi pazienti la migliore assistenza possibile.

4. Rispetta i diritti del tuo paziente.

Questa non è sempre una cosa facile da fare. A volte, è difficile capire perché un paziente possa rifiutare un determinato trattamento o procedura. Sei a conoscenza di quanta ricerca e evidenza medica ci sono, ma un paziente può avere credenze religiose o culturali che cambiano ciò che sarà possibile per loro.

Qui è dove la difesa può diventare dura.

Volete sicuramente ciò che è meglio per il vostro paziente, ma a volte ciò significa rispettare i loro diritti del paziente. Quando inizi a chiederti come essere un migliore difensore dei pazienti, potresti dover considerare quest’area più difficile. Ci saranno momenti in cui la cosa migliore che puoi fare è rispettare le loro convinzioni e aiutarle a comunicarle agli altri membri dello staff.

Ciò non equivale a lasciare un paziente senza istruzione. Puoi ancora offrirti di parlare con loro di una decisione che stanno prendendo. Ma una volta presa la decisione, assicurati di essere la loro voce se gli altri membri dello staff non rispettano la loro decisione come dovrebbero. Stai ancora sostenendo il loro miglior interesse, anche se sembra che debbano fare una scelta diversa.

5. Conoscere le risorse disponibili.

Il tuo ospedale, clinica o altri sistemi sanitari probabilmente hanno molte cose che offrono ai pazienti di cui non sono a conoscenza. È bene essere consapevoli di ciò che è disponibile, dagli assistenti sociali alla cura pastorale, e avere fiducia in quelle risorse del paziente.

In questo modo, quando vedrai un paziente che fatica a capire come permettersi i farmaci o accettare una diagnosi, sarai in grado di offrire un aiuto reale.

Quanto più puoi fare per aiutare il tuo paziente ad avere successo con i piani di dimissione, l’adesione ai farmaci o qualsiasi altra cosa che possa migliorare la sua qualità di vita, tanto meglio stai facendo come sostenitore del paziente.

Ricorda quelle risorse. Non aver paura di offrirli a qualsiasi paziente che ritieni possa trarne beneficio.

In conclusione.

Molti miglioramenti delle capacità di difesa dei pazienti implicano solo una maggiore sicurezza in ciò che si sta già facendo. Non aver paura di parlare, fai affidamento su altre infermiere e continua a fare quello che stai già facendo.

Probabilmente hai già il know-how per essere un grande sostenitore del paziente, quindi ricorda che la prossima volta che sentirai quella sensazione. Sai quando qualcosa deve essere riparato o un paziente ha bisogno di un po ‘di cura in più. Sii quel sostenitore per loro. Hai questo.