Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Una Infermiera di 33 anni ha tentato il suicidio in Lombardia. E’ infetta da un paio di settimane di Covid-19 ed ha contagiato i suoi genitori. Il papà è deceduto.

Una Infermiera di 33 anni, che noi qui chiameremo Lina (per proteggere la sua privacy e quella dei suoi cari), ha tentato ieri sera il suicidio ed è stata salvata quasi per miracolo da una OSS che aveva smontando dal lavoro e che abitava proprio di fronte a casa dell’interessata.

E’ accaduto ieri sera in Lombardia, lei lavora in una nota Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) e si è infettata di Coronavirus sul lavoro. Senza saperlo ha poi infettato i suoi anziani genitori che erano saliti a trovarla e avevano deciso di rimanere con lei in territorio lombardo e di scendere poi nell’originario Sud non appena fosse terminata l’Emergenza COVID-19.

Purtroppo per il padre non c’è stato nulla da fare, è stato ricoverato in Terapia Intensiva e qui è deceduto. Lei non l’ha più rivisto. La madre non sta meglio e pure lei è ricoverata in sub-Intesiva con grave insufficienza respiratoria. Al momento non sarebbe intubata.

Veniamo, però, al succo di questa vicenda. La ragazza, forse in preda al rimorso e in evidente fase depressiva, avrebbe tentato ieri sera di impiccarsi, ma sarebbe caduta dal tavolo mentre stava compiendo probabilmente l’insano gesto. Le sue urla di dolore hanno richiamato l’attenzione di una Operatrice Socio Sanitaria che viveva nell’appartamento dirimpettaio che ha allertato altri vicini. Assieme avrebbero sfondato la porta e si sarebbero trovati di fronte ad una scena da brivido: corda legata al soffitto al gancio reggi lampadario, sedia sul tavolo riversa di lato e l’infermiera a terra con un braccio fratturato e urlante per il dolore.

Sul posto i soccorsi del 118 e il suo ricovero in reparto ortopedico Covid-19.

Secondo alcune indiscrezioni sarebbe stata sedata perché in preda a confusione e ad ulteriori tentativi di farla finita anche in regime di ricovero ospedaliero.

Prima di lei altre due infermiere si erano suicidate, tutte e due lavoravano con Pazienti affetti da Coronavirus.

Alle dimissioni dovrà seguire lunghe sedute di psico-terapia e di supporto per un probabile Disturbo da Stress Post Traumatico.

Leggi anche:

Coronavirus. Ecco tutti gli Infermieri deceduti per Covid-19.

Infermiera si uccide a Monza. Daniela Trezzi non ha retto alla guerra contro il Coronavirus.

Coronavirus. Infermiera si uccide gettandosi nel Piave. Lavorava in una Rianimazione con Pazienti COVID-19.