Pubblicità

Si può morire a 20 anni per seguire una dieta ferrea per sperare un giorno di essere magra come una modella? Purtroppo si. E’ accaduto ad una studentessa di 20 anni in Inghilterra.

Seguiva una dieta ferrea e senza alcun senso logico dal punto di vista nutrizionale e clinico. Una studentessa di 20 anni è morta a Bringhton in Inghilterra dopo aver ingerito delle caramelle all’aceto di mele. Si tratta di Lindsey Bone, discente presso la University of Sussex.

Voleva diventare criminologa.

Studiava criminologia ed è deceduta dopo aver ingerito delle pillole all’aceto di mele. Sconvolta la mamma Mandy Bone e tutti i colleghi dell’ateneo, che la conoscevano come una ragazza solare e sempre disponibile al dialogo e al confronto.

L’appello della mamma.

Forse la dieta estrema alla base del decesso. Anche per questo la mamma ha lanciato un appello alle ragazze come Lindsey: “state attente e per dimagrire non fate da sole, andate da un medico dietologo o da un dietista/nutrizionista esperti”.

Spaventoso il cosiddetto “Diario delle regole da seguire”.

Nella camera della ragazza è stato trovato un diario contenente le “regole da seguire per la dieta“. Regole completamente assurde.

Ad esempio vi era scritto:

  1. “mangia non più di 1.200 calorie al giorno”;
  2. “carboidrati solo una volta al giorno se non del tutto”;
  3. “resta in biblioteca e non mangiare”;
  4. “merenda con frutta”;
  5. “prendi il tuo ca**o di aceto di mele”.

Ora Lindsey Bone non c’è più. Si spera solo che la sua morte porti consiglio alle tante ragazze che si gettano in diete senza senso.