histats.com
martedì, Ottobre 19, 2021
Pubblicità
HomePrimo PianoCronacaLa campagna “Stop Cancer at Work” chiede alla CE di approvare subito...

La campagna “Stop Cancer at Work” chiede alla CE di approvare subito la legislazione per proteggere i lavoratori e i pazienti dal cancro.

Si conclude oggi il processo di trilogo con il Consiglio europeo, il Parlamento e la Commissione sotto la presidenza portoghese e non vi è stata alcuna discussione sulle importanti modifiche legislative alla direttiva sugli agenti cancerogeni e mutageni (CMD), approvata dal Parlamento europeo per proteggere i lavoratori dal cancro e dai problemi riproduttivi sul lavoro.

Questi miglioramenti di lunga data alla sicurezza dei lavoratori e dei pazienti devono essere attuati ora per prevenire morti e danni non necessari derivanti dall’esposizione professionale a sostanze e farmaci cancerogeni e tossici per la riproduzione. Il 23 febbraio il commissario europeo Schmit si è detto convinto del pericolo dei trattamenti contro il cancro per gli operatori sanitari esposti a farmaci pericolosi (HMP) e avrebbe presentato una proposta di follow-up per fornire una maggiore protezione. Sulle reprotossine ha affermato che la Commissione si stava già attivando per includere le sostanze. Il 25 marzo il Parlamento europeo ha votato a stragrande maggioranza per sostenere le richieste della campagna Stop Cancer at Work per un’azione legislativa che ora includa (HMP) e reprotossine nella direttiva sugli agenti cancerogeni e mutageni.

Questi emendamenti forniranno efficaci misure preventive e di protezione dei lavoratori, una metodologia basata sul rischio più coerente e certezza giuridica per i datori di lavoro e gli Stati membri dell’UE. Ogni anno più di 12,7 milioni di operatori sanitariin Europa sono potenzialmente esposti a farmaci pericolosi cancerogeni, mutageni e tossici per la riproduzione (noti anche come medicinali pericolosi o HMP). Gli studi dimostrano che gli operatori ospedalieri che maneggiano farmaci citotossici (antineoplastici), usati per curare il cancro, hanno tre volte più probabilità di sviluppare tumori maligni e che gli infermieri esposti a farmaci citotossici hanno il doppio delle probabilità di abortire. La campagna Stop Cancer at Work ritiene che la Commissione europea dovrebbe ora rispondere in modo adeguato e tempestivo ai rappresentanti democraticamente eletti in Europa e ai datori di lavoro, lavoratori e professionisti del settore sanitario, per includere HMP e reprotossine nella CMD.

Il 1° luglio la presidenza dell’UE si sposterà in Slovenia, quindi è necessario compiere rapidi progressi per proteggere i lavoratori e apportare questi necessari emendamenti legislativi. Pablo SÁNCHEZ (+ 32 4 74 62 66 33)[email protected] La campagna Stop Cancer at Work: The Standing Committee of European Doctors (CPME), European Association of Pharmacy Technicians (EAPT) European Biosafety Network (EBN) European Cancer Patient Coalizione (ECPC) Federazione europea delle associazioni infermieristiche (EFN) Unione europea dei servizi pubblici (EPSU) Organizzazione europea degli infermieri specializzati (ESNO), Confederazione europea dei sindacati (CES) Istituto sindacale europeo (ETUI) Come coalizione di lavoratori essenziali, professionisti e malati di cancro, la Campagna chiede un’azione da parte dei responsabili delle politiche e dei leader politici per fermare ulteriori morti prevenibili.

La ricerca della Commissione europea mostra che almeno il 40% dei casi di cancro è evitabile, ma non abbiamo ancora visto cambiamenti significativi e molto poco sulla prevenzione del cancro sul posto di lavoro nel piano europeo di lotta contro il cancro. La portata del problema è vasta: si stima che ogni anno 100.000 nuovi decessi per cancro correlato al lavoro dovuti all’esposizione professionale a sostanze pericolose, il più grande killer nell’UE. La stessa ricerca della Commissione Europea mostra che almeno il 40% dei casi di cancro sono evitabili. I dispositivi di protezione, la tecnologia più sicura e le pratiche adeguate sono disponibili e non costose, ma è improbabile che i datori di lavoro li introducano universalmente a meno che non siano tenuti a farlo.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394