Infermieri e Medici svolgono attività extra di notte negli ospedali pubblici.

Infermieri e Medici svolgono attività extra di notte negli ospedali pubblici.
Infermieri e Medici svolgono attività extra di notte negli ospedali pubblici.

E cosa accade in altre realtà d’Italia?

Ci sono Infermieri e Medici “privati” durante la notte negli ospedali di Napoli? L’Asl NA 2 Nord ha disposto una inchiesta negli ospedali di Pozzuoli, Giugliano e Frattamaggiore, per verificare la presenza, durante la notte, di operatori privati che svolgano attività illegittime all’interno dei locali dei nosocomi. Tutte le persone rilevate durante il blitz, però, avevano l’autorizzazione a restare in ospedale per assistere i malati. Lo riferisce il collega Valerio Papadia su FanPage.

L’Asl Napoli 2 Nord, in collaborazione con le direzioni sanitarie dei nosocomi – riferisce FanPage – ha avviato una indagine, avvalendosi di una Commissione d’ispezione creata appositamente per questo scopo, per verificare la presenza di operatori privati negli ospedali di Pozzuoli, Giugliano e Frattamaggiore. Il blitz ha voluto verificare che, durante la serata, la notte e alla prime luci dell’alba, negli ospedali non ci fossero professionisti privati, esterni alle strutture ospedaliere, ma anche parenti degli ammalati, che svolgessero attività illegittime negli ambienti dei nosocomi presi in esame. Stando ai primi controlli effettuati, “tutti gli esterni presenti nei reparti erano autorizzati dalla Direzione dell’ospedale o dai responsabili dei reparti con permessi finalizzati a stare al fianco degli ammalati” come si legge in una nota dell’Asl Napoli 2 Nord.

“Solo due familiari in uno degli ospedali oggetto dei controlli – prosegue la nota – non avevano autorizzazioni formalizzate da parte del primario di un reparto, ma la loro presenza è stata comunque ritenuta legittima”. La nota dell’Asl conclude: “Nel corso di tutte le ispezioni si è verificato che la presenza di sedie pieghevoli da parte degli accompagnatori dei pazienti non impediva l’assistenza, ne’ metteva in pericolo pazienti, familiari o operatori sanitari”. L’Azienda sanitaria locale fa sapere che si stanno svolgendo controlli anche in merito alla presenza negli ospedali di ambulanze private.

E cosa accade in altre realtà d’Italia? Quanto accaduto in Campania si è registrato in passato anche in altre realtà dello stivale italico e in molte aziende sanitarie ed ospedali pubblici sono partite inchieste che hanno portato a richiamo disciplinari e persino a sospensioni dal lavoro.

Se avete notizie in merito scrivete pure a redazione@assocarenews.it

Fonte: FanPageAssoCareNews.it

Potrebbe interessarti...