mistero tar opi firenze pistoia ordine cambia stile
Pubblicità

Il Gruppo Primavera Toscana annuncia: Ordine Firenze Pistoia starebbe comprando in silenzio la nuova sede accendendo mutui per 800mila euro.

Il Gruppo Primavera Toscana, si dichiara distante dal vice-presidente dell’OPI di Firenze-Pistoia David Nucci e si dicono contrari alla compravendita della sede dell’Ordine. Ecco il testo della missiva giuntaci qualche giorno fa via e-mail.

Gentili colleghi Infermieri e Infermieri Pediatrici,

ci giungono voci confermate che l’OPI Firenze – Pistoia vuol intraprendere un percorso di compravendita delle sedi che genererà un debito notevole nelle nostre tasche.

Cari iscritti, è bene che sappiate la verità visto che nessuno vi tiene aggiornati.

Stiamo acquistando 1,5 milioni di euro di immobile come nuova sede. Si tratta di oltre 2000 mq, auditorium, decine di posti auto interrati. Un colosso architettonico sito in via baracca angolo via baracchini a Firenze di proprietà della Cassa di Risparmio di Firenze.

Questo complesso, che noi troviamo inutilmente esagerato, verrà comprato vendendo le sedi di Firenze e accendendo un mutuo da 800mila euro (più interessi) che inesorabilmente ricadrà su servizi e quote degli iscritti.

Ricordiamo che a scanso di smentite, i bilanci degli ultimi anni sono sempre stati scarsamente in positivo e non appaiono basi economiche salde per iniziare questa compravendita.

Abbiamo anche saputo dall’area commerciale della compravendita che gli iscritti pagheranno 100mila euro circa di commissioni (già comprese nei 1,5 milioni finali).

Tutto questo ci appare economicamente poco possibile per un Ordine che non è riuscito a non aumentare le quote (Firenze da 85 a 90, Pistoia da 76 a 85 a 90) per fare la solita attività.

Ricordiamo che l’OPI è un ente pubblico e speriamo che i NOSTRI soldi siano usati meglio!

Cogliamo l’occasione per ribadire che non siamo servili al potere e non siamo fidelizzati al vice-presidente dell’OPI David Nicci, come qualcuno va dicendo, perché semplicemente non ci rappresenta. A gennaio sarà online il nostro blog.

Vi aspettiamo.

Gruppo Primavera Toscana