Due Infermieri di Pavia salvano per caso bimbo a Savona: stava annegando in piscina a Borgio Verezzi.
Due Infermieri di Pavia salvano per caso bimbo a Savona: stava annegando in piscina a Borgio Verezzi.
Pubblicità

Sono stati inutili i soccorsi di Medici e Infermieri del Servizio 118. Un disabile di 32 anni è morto annegato in piscina. Sul caso indagano i Carabinieri.

E’ morto il disabile di 32 anni che nel pomeriggio di ieri era stato soccorso in una piscina di Milano dopo essere finito in un punto profondo della vasca. Il decesso è stato dichiarato pochi minuti prima delle 17.30 all’ospedale San Carlo, dove era arrivato in condizioni gravi dopo essere stato rianimato Medici e Infermieri del Servizio 118 all’interno della struttura in via Lamennais, nel quartiere Quarto Cagnino.

L’uomo era insieme ad un gruppo di 10 persone e facevano tutti parte di una comunità per disabili che aveva organizzato un corso di nuoto con istruttori specializzati. Per motivi ancora da accertare, il 32enne si era allontanato di poco dagli altri, finendo in un punto della vasca in cui non toccava. Secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri, l’allarme è stato immediato e l’intervento del bagnino rapido, ma una volta tirato fuori dalla piscina era già andato in arresto cardiaco.

Fonte: Ansa.it – AssoCareNews.it