histats.com
giovedì, Maggio 19, 2022
HomeCronacaCultureL'Arte entra in Ospedale: al Nuovo Ospedale Apuane Medici, Infermieri, OSS e...

L’Arte entra in Ospedale: al Nuovo Ospedale Apuane Medici, Infermieri, OSS e Pazienti voteranno l’opera migliore.

Pubblicità

L’Arte entra in Ospedale: al Nuovo Ospedale Apuane Medici, Infermieri, OSS e Pazienti voteranno l’opera migliore.

C’è tanta voglia di ritorno alla normalità all’interno del Nuovo Ospedale Apuane.

Dopo una parentesi lunga due anni, si riparte infatti con un’iniziativa attesa e voluta: “Il dono e l’amore – Ripartenze”.

Si tratta di un concorso che vedrà opere di scultura realizzate dagli allievi del Liceo artistico “Felice Palma” di Massa contendersi il premio più ambito: la trasformazione di un’opera da gesso a scultura in marmo che sarà esposta in modo permanente all’interno della struttura ospedaliera.

Finalmente si concretizza, quindi, un progetto già avviato che, dopo essere rimasto fermo causa pandemia, è stato presentato nell’ambito di una conferenza stampa.

E’, in sintesi, una vera e propria sinergia che si è sviluppata tra l’Associazione Italiana Leucemie (AIL sez di Massa e Carrara), la Confartigianato Massa Carrara e il Liceo Palma, insieme alla Direzione medica di presidio ospedaliero, per dare un segnale di continuità tra istituzioni e territorio.

Una trentina di opere resteranno esposte nell’atrio dell’ospedale dal 14 aprile al 31 maggio e in questo periodo visitatori, pazienti e personale sanitario potranno esprimere la propria preferenza sulla scultura ritenuta più meritevole.

I voti complessivi del pubblico, unitamente alle preferenze di una giuria di esperti, decreteranno l’opera vincitrice.

“Tutto il mondo sociale che vive e interagisce con il nostro ospedale potrà esprimere la propria preferenza sull’opera più emozionante”evidenzia il direttore del presidio ospedaliero Giuliano Biselli.

“Vorrei che questa fosse la prima di una lunga serie di edizioni, con l’ambizione di vivere l’ospedale sempre più come un vissuto sociale, come una piazza, con un interscambio costante con il tessuto della nostra società”.

“Da anni” sottolinea Gabriele Mascardi di Confartigianato “collaboriamo con AIL. Dietro a Confartigianato ci sono imprese e famiglie e partecipare a iniziative di questo tipo ci rende contenti perché ci consente di legare il mondo della scuola a quello dell’artigianato e delle botteghe, affinché i maestri di scultura, che sono depositari di sapere, possano trasmetterlo alle nuove generazioni anche mettendo in campo tirocini. Il palcoscenico è importante, in grado di dare una grande visibilità all’iniziativa”.

“Ail vuole sensibilizzare i giovani alla cultura del dono e della cura” aggiunge Roberta Della Seta, ematologa dipendente Asl e delegata di Ail. “Lo facciamo da anni anche tramite borse di studio, come quella dedicata a Marida Dazzi, inserita in questa direzione”.

“E’ da qualche anno” dice Paolo Della Pina, professore del Liceo Palma “che collaboriamo per la realizzazione di questi eventi, importanti per la cittadinanza e per gli studenti, sempre così sensibili a iniziative del genere”.

“Lasciare un’impronta artigianale agli studenti per la realizzazione delle sculture non è facile per tanti problemi burocratici” precisa lo scultore Alessandro Mosti “ma è davvero importante per dare un seguito ai saperi e al coinvolgimento dei ragazzi che hanno bisogno di riscoprire la manualità”.

Anche la dirigente infermieristica dell’ospedale Apuane Anna Fornari si è detta veramente felice di questo ‘incontro ravvicinato’ con i giovani, per un progressivo ritorno alla normalità dopo un periodo che ha segnato profondamente tutti gli operatori sanitari.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394