Pubblicità

Coronavirus: salta la Fase 2, l’Italia resta chiusa fino al 3 maggio con nuove restrizioni e alcune eccezioni. Firma DPCM da Giuseppe Conte.

Coronavirus: per il momento salta la Fase 2 del piano di contenimento dell’epidemia, si continua con il lock down ma con nuove regole.

Oggi il Premier Conte firma il DPCM che prevederà alcune novità nel prolungamento delle misure. Dopo l’incontro avvenuto con i segretari nazionali delle sigle sindacali CGIL, CISL e UIL il Premier ha deciso di cambiare le regole della quarantena.

Ci saranno infatti alcune riaperture di settori produttivi ritenuti accessori allo stato di emergenza, con conseguente riapertura del settore commerciale di riferimento.

Sarà inoltre creata una squadra di esperti che tramite analisi e monitoraggio coadiuverà il Governo nella scelta dei prossimi passi.

Gli Italiani quindi dovranno continueranno a dover stare a casa con le pochissime eccezioni già in vigore con il DPCM che poneva restrizioni fino al 13 aprile.

Tra le categorie in riapertura vi sono le Cartolibrerie, le Aziende produttrici di materiali per il settore alimentare (ad esempio le produttrici di domopak e quelle per le ruote di carrelli), le Attività di manutenzione boschiva.

Coronavirus: ferie possibili da luglio ma con restrizioni.