Pubblicità

Emergenze Coronavirus. L’Italia è tutta in quarantena, lo ha annunciato poco fa il presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte. #Iorestoacasa.

Parte #Iorestoacasa, tutta l’Italia è zona rossa da ora. Lo ha comunicato poco fa il presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte. La lotta al Coronavirus è nazionale. Basta assembramenti, movida e occasioni di aggregazione che diventano momenti di contagio.

#Iorestoacasa

Il DPCM del 9 marzo 20202: LINK.

In diretta da Palazzo Chigi

Pubblicato da Giuseppe Conte su Lunedì 9 marzo 2020

L’Italia è il secondo Paese al mondo per numero di vittime e di contagiati. Ormai crescono a dismisura e la fuga dalle zone rosse di sabato e domenica ha peggiorato le cose. Conte ha ringraziato Medici, Infermieri, OSS e operatori della salute che stanno rischiando tutti i giorni la propria salute per curare quella del prossimo.

“Il futuro dell’Italia è nelle nostre mani, ognuno devi fare la propria parte” – ha riferito Conte.

Tutti a casa quindi e le misure di controllo saranno incrementate. Informato Stefano Bonaccini, presidente delle Regioni, e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il DPCM entra in vigore stanotte, tra poco sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

“I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante delle persone in terapia intensiva e purtroppo delle persone decedute. Le nostre abitudini vanno cambiate ora: dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell’Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti”. Lo dice il premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi.

“Sto per firmare un provvedimento che possiamo sintetizzare con l’espressione “io resto a casa”. Ci sarà l’Italia come zona protetta”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Non c’è ragione per cui proseguano le manifestazioni sportive, abbiamo adottato un intervento anche su questo”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi. Il decreto sarà firmato questa sera ed entrerà in vigore domani mattina.

La durata dei divieti, valida per tutta Italia, sarà fino al tre aprile

Sono 7.985 i malati per coronavirus in Italia, con un incremento di 1.598 persone rispetto a ieri. Il nuovo dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli nella conferenza stampa alla Protezione Civile. Le persone guarite sono 724, 102 in più di ieri ha affermato il commissario per l’emergenza.

Leggi anche:

Coronavirus: ecco lo “speciale” di AssoCareNews.it.

Coronavirus. Scuole chiuse in tutta Italia fino al 3 aprile 2020.

Coronavirus. Fuga notturna da Lombardia e zone rosse, rischio contagio per tutto il Paese. L’Italia impaurita, ma incivile.

DPI Coronavirus: quali sono quelli giusti per proteggere sè e gli altri?

Coronavirus. Ora l’Italia paga i tagli di Medici, Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie.

Coronavirus Italia: quota 463 morti, 800 in terapia intensiva. Chiusi impianti sciistici.